13 Fighter UFC mai finalizzati con almeno 20 match da pro
13 Fighter UFC mai finalizzati con almeno 20 match da pro

13 Fighter UFC mai finalizzati con almeno 20 match da pro

Niente KO, niente SUB...

Ecco qui una classifica sui 13 fighter con almeno 20 Match da professionista nella MMA che non sono mai stati finalizzati. Ci sono alcuni veramente scontati, altri davvero sorprendenti. Inizio con quei lottatori che hanno meno incontri. Ci tengo a specificare che ho preso in considerazione tutti i fighter classificati nella top 15 dei ranking UFC (quindi più o meno 160 atleti).

13: Marvin Vettori (15-4-1), 20 match

Si inizia subito con il lottatore e sportivo italiano del momento. Vettori è un fighter completissimo con una grandissima lotta, striking tecnico dal volume impressionante di colpi e a terra ha mostrato più volte di poter sottomettere chiunque. Marvin è dotato anche di un ottimo mento che gli ha permesso di reggere colpi potenti. Le sue sconfitte sono arrivate tutte per decisione, tra cui quella per split decision contro il campione imbattuto Israel Adesanya.

12: Leon Edwards (18-3), 21 match

Classificato alla posizione numero 4 dei ranking UFC, Edwards rientra tra i fighter mai finalizzati nell’intera carriera nelle mixed martial arts. Le sue sconfitte sono arrivate una per squalifica (ginocchiata illegale) e due per decisione contro Claudio Silva e il campione dei pesi welter UFC Kamaru Usman. Edwards non perde proprio dal match contro Usman. Ora è ad un passo dalla title shot con ben otto vittorie consecutive.

11/10/9: Weili Zhang (21-1), Felice Herrig (14-8) e Claudia Gadelha (18-4), 22 match

Le uniche donne presenti in questa classifica. Stessi identici numeri di match nelle MMA, ma la differenza ovviamente è nel rapporto vittoria-sconfitta. Tanto di cappello alla Herrig che in otto sconfitte è riuscita a non farsi mai finalizzare. Il risultato più sorprendete è certamente quello della campionessa dei pesi paglia Weili Zhang con solamente una sconfitta in carriera.

8/7: Pedro Munhoz (18-4-1) e Brandon Moreno (17-5-1), 23 match

Come facilmente prevedibile, in questa classifica rientrano molti pesi leggeri ed è il caso di Brandon Moreno e Pedro Munhoz. Quest’ultimo tornerà in azione nella Fight Island contro l’ex campione dei pesi leggeri Frankie Edgar (uno che sarebbe comparso in questa classifica se si fosse fatta due anni fa).

6: Alexandre Pantoja (22-4), 26 match

Anche il peso mosca brasiliano è presente in questa lista. Pantoja è riuscito a non subire un knockout o una sottomissione in ben 26 match da professionista. Ora è nella posizione numero 4 nei ranking UFC.

5/4: Jon Jones (26-1-1) e Khabib Nurmagomedov (28-0), 28 match

Il campione dei pesi massimi leggeri UFC, il numero uno p4p, forse il GOAT delle MMA, non è mai stato finalizzato, ma sarebbe più corretto dire che non ha mai perso visto che l’unica sconfitta subita è per squalifica contro Matt Hamill (inoltre tempo fa uscì una notizia che Dana White stava pensando di poter convertire la decisione in una vittoria per Jones). Riuscirà a rimanere presente in questa classifica anche in un suo eventuale, e probabilissimo, passaggio nei pesi massimi visto anche le ultime prestazioni non proprio eccellenti all’interno della gabbia?

Discorso simile anche per il campione dei pesi leggerei Khabib Nurmagomedov. Il russo, che ricordo ha appena perso il padre per via delle complicazioni dovute al COVID-19, è anch’egli imbattuto nelle MMA. Anche su di lui ci si domanda se ci sarà mai qualcuno che riuscirà a sconfiggerlo. Fin’ora ventotto persone ci hanno provato, nessuno ci è riuscito.

Prima di continuare approfitto per citare quei fighter che per un pizzico non sono entrati in questa classifica. Uno di questi è il gigante camerunense Francis Ngannou dato che ha 18 match all’attivo. L’uomo più pericoloso del mondo ha sfiorato la sconfitta per TKO nel quarto round durante il match titolato contro Stipe Miocic. Curiosa affermazione recente di Ngannou dove ha dichiarato che se al posto di Stipe ci fosse stato Daniel Cormier, quest’ultimo lo avrebbe finalizzato.
Altri due che per un soffio non sono presenti sono Deiveson Figuereido (18-1) ed Israel Adesanya (19-0). Figuereido tornerà tra poco in azione cercando di vincere la cintura dei pesi mosca UFC nel rematch contro Joseph Benavidez, mentre per Israel Adesanya non c’è una data fissata, si sa soltanto che lui e il suo prossimo avversario (Paulo Costa) saranno i coach della prossima stagione del reality The Ultimate Fighter.

3: Michel Prazeres (26-3), 29 match

Il peso welter brasiliano è l’unico fighter UFC non presente nei ranking ufficiali UFC. Non me la sentivo di escludere un fighter, prossimo ai 40 anni, con tutti questi match alle spalle e con soltanto tre sconfitte. Ora viene da una sconfitta (inaspettata) contro Ismail Naurdiev. Peccato perdere contro un avversario non presente nei ranking soprattutto dopo una striscia di ben otto vittorie consecutive.

2: John Dodson (21-11), 32 match

È il combattente con più sconfitte in questa classifica. Dodson, ex contendente al titolo dei pesi mosca, nelle sue undici sconfitte non ha mai subito una finalizzazione. Ha cambiato divisione, sembra aver perso lo smalto di un tempo eppure nessuno lo ha ancora finalizzato.

Prima di scoprire chi è al primo posto, cito questa volta quei combattenti che hanno subito una sola finalizzazione in carriera. Daniel Cormier in 25 incontri ha subito solo una sconfitta per KO in carriera ed è stato nell’agosto scorso contro Stipe Miocic. In realtà ci è riuscito anche Jon Jones, match poi cambiato in no contest perché quest’ultimo è risultato positivo ai controlli antidoping.
Max Holloway ha perso al debutto in UFC per sottomissione contro Dustin Poirier, unica volta in 26 match.

Campioni del mondo come Kamaru Usman ed Alexander Volkanovski hanno entrambi perso per sottomissione quando non erano ancora in UFC.
Yoel Romero ha subito solo un knockout in Strikeforce. Kelvin Gastelum una sottomissione contro Weidman in 21 match di cui ben 16 in UFC. Gilbert Burns un Knockout in 22 match da professionista nelle MMA. Tyron Woodley anche lui solo un KO in 25 incontri di arti marziali miste. Il peso piuma Calvin Kattar che non viene finalizzato dal 2008.
Onore anche a Masvidal che in 48 match ha subito solo una volta un KO (ma neanche netto, sembrava poter continuare) e due sottomissioni di cui una a inizio carriera e l’altra, magistrale, in Bellator per mano di Toby Imada. Vi consiglio di recuperare quella sub che vinse il premio sottomissione nell’anno 2009.

Per quanto riguarda le donne, la regina dei pesi mosca Valentina Shevchenko vede anche lei una sola finalizzazione ed è successo contro Liz Carmouche per TKO nel lontano 2010.
Di Joanna Jedrzejczyk la sua unica finalizzazione l’ha subita nella prima sconfitta nelle MMA contro Rose Namajunas a UFC 217 quando perse per TKO nel corso del primo round.

1: Demetrious Johnson (30-3-1), 34 match

Il numero uno di questa classifica non è presente in UFC, ma ha fatto la storia dell’organizzazione e delle MMA in generale. “Mighty Mouse”, uno dei più grandi lottatori di tutti i tempi, non è mai stato finalizzato in ben 34 incontri di MMA disputati in due divisioni di peso (flyweight e bantamweight). Ora Johnson è nella promotion asiatica ONE Championship dove detiene il titolo flyweight.

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Rimani sempre aggiornato scaricando la nostra APP dal Play Store ed ascoltando il nostro podcast settimanale che puoi trovare cliccando QUI

Altre storie
Brunson vs Shahbazyan: le reazioni dei fighter
Brunson vs Shahbazyan: le reazioni dei fighter
Torna Su