Home Interviste Alessandro Botti: “Dimostrerò a tutti di non essere finito”

Alessandro Botti: “Dimostrerò a tutti di non essere finito”

di Mirko Orlato

Alessandro Botti (15-12) è pronto al debutto in Cage Warriors. Il 33enne fighter lombardo ha chiuso
l’infelice parentesi in Bellator ed è pronto al debutto nella prestigiosa promotion britannica, dove debutterà questo sabato contro Jamie Richardson (9-7).

Alessandro Botti ha disputato tre match in Bellator tra il 2019 e il 2020

Alessandro Botti ha disputato tre match in Bellator tra il 2019 e il 2020

La nostra intervista ad Alessandro Botti

1) Back to the origin si potrebbe dire. Il tuo debutto a CW avverrà a 170 libbre. Più concentrazione sugli allenamenti e meno peso da tagliare: analisi giusta?

Ciao e grazie a tutti per queste due chiacchiere. Debutto a 170 lbs nel CW. Non esattamente un back to the origin perché quando ho iniziato a fare MMA pesavo 84 kg, ero un po’ più “cicciottello”. Abbiamo ritenuto opportuno combattere a 77 kg per tagliare meno peso (anche se farò comunque un buon taglio), concentrandoci più sugli allenamenti e le strategie.

2) L’esperienza in Bellator si è conclusa negativamente, seppur soprattutto l’ultimo match contro Mousah abbia lasciato decisamente l’amaro in bocca per l’esito.

Bellator abbiamo chiuso in buonissimi rapporti e purtroppo le sconfitte consecutive han causato il rilascio.
Gli ultimi due match mi han lasciato l’amaro in bocca, senza aggiungere altro perché ormai fan parte del
passato. Ora il focus è su Cage Warriors.

3) Dopo la chiusura dei rapporti con Bellator, l’approdo in CW è sicuramente un’ottima chance: avevi ricevuto altre proposte?

Debuttare in una delle migliori promotions di Europa è un bel passo e servirà a far capire al pubblico e ai
fans che non sono finito. Ho 33 anni e riesco sempre a stare sul pezzo anche contro avversari più giovani.
Arrivo in CW per dimostrare che posso ancora dare tanto.

4) La categoria dei pesi welter CW ha perso il suo campione Ian Garry, approdato in UFC. Cosa nei pensi dei principali contenders?

Essendo in una delle migliori promotions di Europa so che non sarà la passeggiata del pomeriggio (entrare in Cage Warriors). L’obbiettivo è fare bene nel primo match e vedremo cosa riserverà il futuro.

5) Il tuo avversario al debutto sarà Jamie Richardson, 25enne reduce da 2 sconfitte di fila, l’ultima delle quali in un main event contro Kauppinen, a 185 libbre. Considerate le skills del tuo avversario, ti aspetti un match che si svilupperà in piedi? Pensi che in gabbia possa esserci una differenza di peso sostanziale?

Penso che il mio avversario imposterà il match in piedi avendo una buona base pugilistica. Noi stiamo lavorando su tutti i campi per essere pronti ad ogni evenienza senza lavorare sugli avversari. Lui arriva dagli 84 kg e mi sembra una “bella pezza d’uomo”. Non so dirti quanti chili di differenza ci saranno tra di lui.

Noi dello staff di FIGHT – The Shield Of Wrestling ringraziamo Alessandro Botti per averci concesso un po’ del suo tempo, e gli facciamo i nostri migliori auguri per il suo match di Cage Warriors 129.

Alessandro Botti: Grazie a tutti per la visibilità e per le due chiacchiere. Tifate per me, farò di tutto per vincere e farvi divertire tutti.

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Rimani sempre aggiornato scaricando la nostra APP dal Play Store ed ascoltando il nostro podcast settimanale che puoi trovare cliccando QUI

Alessandro Botti: “Dimostrerò a tutti di non essere finito” Alessandro Botti: “Dimostrerò a tutti di non essere finito”

Ti potrebbero interessare

Rispondi