Tyson Fury Anthony Joshua

Anthony Joshua “avverte” Tyson Fury

Il derby britannico si accende a distanza

Anthony Joshua contro Tyson Fury non è ufficiale, non è dato a sapersi se si farà e parafrasando la canzona di Bacco, “del domani non v’è certezza”, e pertanto ad oggi restano solo le schermaglie tra due dei migliori pesi massimi del decennio appena passato.

Per Anthony Joshua l’ostacolo Pulev

Una cosa è certa: prima di pensare a Tyson Fury e l’unificazione dei titoli, AJ dovrà pensare al temibile Kubrat Pulev (23-1), oro agli europei del 2004 per la categoria massimi e nel 2008 nei supermassimi. Secondo il promoter del bulgaro, Bob Arum, il 20 giugno sarà Joshua ad andare al tappeto e a perdere il match. Motivo in più affinchè il pugile di Watford non sottovaluti il match e si focalizzi sin da subito su Pulev piuttosto che su “Gipsy”. Joshua ha comunque rivolto un “avviso” a Tyson Fury, invitandolo “a stare attento a ciò che si augura perché potrebbe avverarsi”. Secondo AJ il pugile di Manchester lungo il suo cammino ha incontrato solo due pugili degni di tal nome (Klitschko e Wilder), aggiungendo altresì come ormai sia all’apice della sua carriera e di come aver affrontato un Klitschko sul viale del tramonto e senza il suo storico allenatore Emanuel Steward abbia influito.

Ritorno a Londra per Anthony Joshua

Focus su Kubrat Pulev, quindi. Ed Anthony Joshua si è proclamato eccitato dall’idea di tornare a combattere a Londra. Pulev sarà un avversario che richiederà la giusta strategia, che per diversità strutturali è diametralmente opposto a Ruiz Jr.

Altre storie
Ribas vs VanZant: vicino all'ufficializzazione
Ribas vs VanZant: vicino all’ufficializzazione
Torna Su