Home MMA Dana White: la sua reazione alla morte del lottatore BKFC

Dana White: la sua reazione alla morte del lottatore BKFC

di Fabrizio Giovagnoli

Dana White si è detto rattristato ma non sorpreso dalla notizia del decesso di Justin Thornton.

Combattente di BKFC, la promotion americana di boxe a mani nude, Thornton è morto tragicamente all’età di 38 anni questa settimana dopo la sua sconfitta per KO a BKFC 20 avvenuta il 20 Agosto .

Thornton era stato ricoverato in ospedale immediatamente dopo l’incontro, parzialmente paralizzato e ha combattuto un’infezione polmonare ed una lesione del midollo spinale prima di soccombere all’entità dei danni riportati. 

Dana White è stato oggetto di domande sulla triste situazione martedì sera alla conferenza stampa post-combattimento della Contender Series.

Dana White: non sono un grande fan di BKFC

Prima di tutto, qualcuno è scioccato?” il presidente UFC ha detto ai giornalisti a Las Vegas. “Voglio dire, nel combattimento a mani nude? Non ne sono un grande fan.

E mi sento, direi, preoccupato, quando vedo alcuni dei nostri atleti che vanno a combattere in quella promotion. Mi viene da esclamare “oh mio Dio. 

Considerate questo: abbiamo organizzato combattimenti per 25 anni. Ho messo in piedi oltre 7.000 combattimenti senza lesioni gravi nell’UFC”

Nonostante le preoccupazioni del presidente, BKFC sembra, comunque esercitare una certa attrattiva sugli atleti UFC visto che negli ultimi anni molti anno anno firmato per la promotion, inclusi  Paige VanZant, Chris Leben, Hector Lombard, Rachael Ostovich, e Chad Mendes.

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Rimani sempre aggiornato scaricando la nostra APP dal Play Store ed ascoltando il nostro podcast settimanale che puoi trovare cliccando QUI

Dana White: la sua reazione alla morte del lottatore BKFC Dana White: la sua reazione alla morte del lottatore BKFC

Ti potrebbero interessare

Rispondi