Dana White soddisfatto per gli ultimi tre eventi UFC
Dana White soddisfatto per gli ultimi tre eventi UFC

Dana White soddisfatto per gli ultimi tre eventi UFC

Dana White si dice soddisfatto dell'esito dei tre eventi di Jacksonville

È stata una settimana particolare per la UFC, non tanto per gli eventi a porte chiuse ma per quanto è avvenuto nell’ultima trilogia di eventi. Il presidente Dana White è ancora al centro delle polemiche che si sono scatenate in seguito a quanto è accaduto durante il match tra Teixeira e Smith.

Ma non cambia molto, visto che essere una delle prime sigle sportive a tornare in attività nel pieno di questo periodo porta sempre dei giudizi negativi.

Nonostante tutto questo, il presidente White è soddisfatto dell’ultima trilogia di eventi targati UFC a Jacksonville.

Il voto di White

In seguito all’ultimo evento che si è svolto, durante un’intervista, è stato chiesto a Dana White un suo voto personale per questa trilogia di eventi a Jacksonville.

10,5. È stato grandioso, ma il punto più importante è che pochissime persone sono risultate positive e che nessuno si è sentito male.

È stato come fare fuoricampo, non posso essere più felice e soddisfatto di così.

Le persone risultate positive

La prima persona ad essere risultata positiva al COVID-19 è l’atleta dei pesi medi Ronaldo “Jacare” Souza, in vista del primo evento svoltosi a Jacksonville. Anche due membri del suo team sono risultati positivi; ora tutti e tre si sono isolati e messi in quatantena.

Dana White ha continuato a parlare di quanto si è fatto sentire il COVID-19 tra questi eventi.

Nessuno si è sentito male, ciò ci dà il via libera per tornare a casa.

Credo che questa città sia stata adatta soprattutto per i controlli attenti e i tamponi effettuati.

Il governatore, il sindaco, il comitato atletico e lo staff dell’arena si sono dimostrati gentili con noi. Ora sono pronto per tornare a casa.

Il prossimo evento

Dana White ha in mente di far svolgere il prossimo evento, il 30 maggio, a Las Vegas.

Tuttavia, c’è il rischio che il Nevada completi la sua procedura di lockdown, impedendo così alla UFC di tenere tale show.

Per fortuna, l’Arizona è stata presa in considerazione come piano d’emergenza. Lo stato e il suo governatore sono pronti ad accogliere tale evento, dovesse andare male in Nevada.

Altre storie
Jon Jones al servizio della comunità di Albuquerque
Jon Jones al servizio della comunità di Albuquerque
Torna Su