Dane Sayers è morto: lutto nel mondo delle MMA
Dane Sayers è morto: lutto nel mondo delle MMA

Dane Sayers è morto: lutto nel mondo delle MMA

Il corpo del fighter è stato trovato alcuni giorni fa nel Red River

Dane Sayers, MMA fighter che ha preso parte alla 12° stagione del reality della UFC, The Ultimate Fighter, è morto all’età di 33 anni. Il suo corpo è stato trovato sabato scorso nel fiume Red River del Nord, dalle parti di Fargo (Dakota del Nord).

Le cause della sua morte sono tutt’ora sconosciute. A riportare ieri sera la conferma dei risultati dell’autopsia, a seguito del ritrovamento in data 5 giugno, è stata la radio locale WZFG.

La carriera di Dane Sayers in poche parole

Soprannominato “Red Horse”, Sayers ha fatto il suo debutto nelle MMA nel 2008 e ha trascorso i primi anni di carriera in MAX Fights e in Extreme Beatdown.

Nel 2010 ha poi preso parte a The Ultimate Fighter 12, entrando a far parte del team di Georges St-Pierre.

La sua carriera è poi continuata attraverso diverse sigle, arrivando ad archiviare un record di 12-4-0. Il suo ultimo match di MMA archiciato risale al 2018, quando venne sconfitto per decisione da Indalecio Romero a LFA 38.
Nel 2019, Dane Sayers ha combattuto nel primo evento della VBK, promotion di boxe a mani nude, perdendo per KO contro Joshua Dyer.

Lo staff di Fight – The Shield Of Wrestling esprime le sue più sincere condoglianze ai parenti e agli amici del giovane fighter.

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Rimani sempre aggiornato scaricando la nostra APP dal Play Store ed ascoltando il nostro podcast settimanale che puoi trovare cliccando QUI

 

Altre storie
Max Holloway infortunato: salterà il match con Rodriguez
Max Holloway infortunato: salterà il match con Rodriguez
Torna Su