Deontay Wilder prepara il piano B

Deontay Wilder prepara il piano B

Il peso massimo statunitense si prepara all’eventualità che salti la trilogia con Tyson Fury

Deontay Wilder ha accusato e molto la sconfitta subita da Tyson Fury, su questo non ci sono dubbi. Prima la scusa del costume pesante, poi le accuse al pugile britannico per irregolarità con i suoi guantoni e infine la diatriba legale sul contratto e sulla validità della clausola per il rematch.

La situazione di Tyson Fury

Il “Gipsy King” non ha gradito le illazioni di Wilder e, con in mano un potenziale contratto da due match con Anthony Joshua, l’ultimo dei suoi pensieri è quello di perdere tempo dietro alle lungaggini dell’arbitrato richiesto dal “Bronze Bomber” e il suo entourage.

In caso l’accordo milionario con Joshua andasse in porto, infatti, anche un’eventuale condanna gli farebbe solamente il solletico dal punto di vista finanziario.

La situazione di Deontay Wilder

L’ex campione dei massimi, invece, vive una condizione diametralmente opposta. Avendo perso tempo a leccarsi le ferite della sconfitta e a rimuginare su cosa sia potuto andare storto, ora si trova a rincorrere.

L’ultima cosa che vuole è stare fermo in attesa dell’esito dell’arbitrato, con Joshua e Fury là fuori a spartirsi la torta della boxe mondiale.

“Se non possiamo avere il match con Fury, Deontay ha bisogno di combattere. Nella peggiore delle ipotesi dobbiamo comunque essere pronti a tornare sul ring”.

Queste le parole del suo manager Shelly Finkel.

Anche in caso di esito favorevole della diatriba legale, infatti, il rischio, in caso di doppia sconfitta di Fury, è quello di avere ottenuto con estrema fatica un match che rischierebbe di portare a casa molti meno soldi del previsto.

Il piano B

Quello che serve a Deontay Wilder, quindi, è tornare presto sul ring a macinare match e vittorie.

Per farlo ha messo nel mirino diverse seconde opzioni. Tra queste Charles Martin pare essere la soluzione più quotata ad oggi. L’ex campione IBF appare ormai parente molto lontano del pugile che era arrivato ad ottenere la sfida con Joshua nel 2016, ma al momento, come dicevamo, l’obiettivo per Wilder è ricominciare, e un match interlocutorio sembra la scelta più logica.

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Rimani sempre aggiornato scaricando la nostra APP dal Play Store ed ascoltando il nostro podcast settimanale che puoi trovare cliccando QUI

Altre storie
Bellator 260: Lima vs Amosov risultati
Bellator 260: Lima vs Amosov risultati
Torna Su