Home Interviste Hassan Nourdine: intervistiamo chi ha sconfitto il nazista

Hassan Nourdine: intervistiamo chi ha sconfitto il nazista

di Fabrizio Barbera

Hassan Nourdine, benvenuto su Fight! Innanzitutto ti facciamo i complimenti per la vittoria del titolo. Per noi è un grande onore intervistarti e ti ringraziamo per aver trovato il tempo da dedicarci in questi giorni molto particolari per te.

INTERVISTA AD HASSAN NOURDINE

Per prima cosa volevamo sapere come stai dopo questo match e come ti senti ora che sei campione italiano.

Hassan Nourdine: Ciao Fabrizio, dopo il match mi sento benissimo, sono soddisfatto ora che ho coronato il mio sogno e non so se c’è qualcun altro più felice di me in questo momento.

Parte della tua notorietà acquistata in questo momento è anche grazie all’avversario nazista affrontato. Come stai convivendo con questa notorietà di riflesso? Come la stai gestendo?

Hassan Nourdine: Sicuramente la notorietà è aumentata per via di questo mio avversario, se fosse stato solo per merito sportivo si sarebbe parlato molto molto molto meno. Sto cercando di gestirlo in maniera intelligente, nel senso di non offendere nessuno nonostante, come ribadito in varie interviste, mi sento disgustato da questi simboli che richiamano l’odio.

Cerco di avere un profilo molto basso distanziandomi da queste ideologie. Faccio fatica a gestirla perché non sono abituato tra giornalisti, tg uno a cui ho rilasciato un’intervista e altro. Ogni giorno ho dieci chiamate, tremila commenti su Instagram, aumento di followers e ripeto, non sono abituato, ma cerco di gestirla al meglio.

Hassan Nourdine festeggia dopo aver appena scoperto di essere diventato campione italiano dei super piuma

Hassan Nourdine festeggia dopo aver appena scoperto di essere diventato campione italiano dei super piuma

Questa storia, spostata dallo sportivo al politico, ha portato anche un altro tipo di ripercussioni tra chi ha idee diverse dalle tue?

Hassan Nourdine: Sinceramente ripercussioni no, mi ha dato sicuramente più notorietà, è finita oltre all’Italia come in Francia e Marocco da cui ho ricevuto tanti commenti positivi, di cui ne sono molto contento e spero sia sempre così. Non è facile, ma sto cercando di gestire la situazione nel migliore dei modi.

Parlando invece un po’ di boxe, giustamente, qual è il tuo obiettivo nella nobile arte? E poi, dove ti vedi tra due anni professionalmente parlando?

Hassan Nourdine: Allora, io ho 34 anni, sono tra virgolette vecchio per la boxe avendo anche cominciato a tardi età. Valuteremo le diverse opzioni che ci verranno offerte e vedremo. Da qui a due anni non so cosa succederà. Ora ci riposiamo e quando passerà questo Tsunami (ride) vedremo il da farsi.

Ci sono pugili a cui ti ispiri e chi a tuo avviso è il più grande pugile della boxe?

Hassan Nourdine: Di pugili grandi ci sono stati e ci sono tutt’ora. Uno dei miei idoli è Manny Pacquiao che rispecchia quasi la mia personalità. Io l’ho sempre ammirato, seguito e lo rispetto tantissimo. Fossi un millesimo di quello che è lui sarei grato veramente, ma va bene anche così.

L’unico che ritengo degno della boxe oltre ai vecchi come Muhammad Ali ecc ecc. è Manny Pacquiao ora come ora.

Come promesso non ti rubiamo altro tempo. Noi di FIGHT ti facciamo nuovamente i complimenti, ti auguriamo il meglio per la tua carriera da pugile e speriamo di incontrarci in futuro.

Hassan Nourdine: Grazie per i complimenti, spero anch’io di incontrarvi un giorno, non si sa mai. E niente, grazie ancora davvero e buon proseguimento.

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Rimani sempre aggiornato scaricando la nostra APP dal Play Store ed ascoltando il nostro podcast settimanale che puoi trovare cliccando QUI

Hassan Nourdine: intervistiamo chi ha sconfitto il nazista Hassan Nourdine: intervistiamo chi ha sconfitto il nazista

Ti potrebbero interessare

Rispondi