Il padre di Khabib Nurmagomedov è in coma farmacologico
Il padre di Khabib Nurmagomedov è in coma farmacologico

Il padre di Khabib Nurmagomedov è in coma farmacologico

Anche Vladimir Putin a sostegno del padre del campione dei pesi leggeri

Il padre di Khabib Nurmagomedov è in coma farmacologico indotto. A confermare le fonti ESPN è stato l’agente del campione dagestano Ali Abdelaziz, che ha confermato come il direttivo dell’Ospedale di Mosca, dove il 57enne padre di Khabib è ricoverato per complicazioni cardiache, abbia deciso di indurre in coma farmacologico il 57 enne padre di Khabib per complicazioni di tipo cardiaco.

Rimani sempre aggiornato scaricando la nostra APP dal Play Store e iscrivendoti al nostro canale Telegram!

Sostegno politico per Khabib Nurmagomedov

A sostenere Khabib Nurmagomedov ci sarebbe anche Vladimir Putin, che in questi giorni avrebbe telefonato all’aquila del Dagestan per informarsi sullo stato di salute del padre sincerandosi delle condizioni. Come scritto in precedenza Abdulmanap Nurmagomedov è stato inizialmente ospedalizzato per una polmonite. Successivamente è stato reso noto il collegamento con il COVID-19 che ha causato complicazioni al cuore già oggetto di intervento l’anno scorso.

Nel corso delle ultime interviste Khabib Nurmagomedov ha sensibilizzato la popolazione a non sottovalutare il Coronavirus, ammettendo che ha avuto dei lutti famigliari a causa della pandemia, che a livello nazionale ha falcidiato la popolazione russa (accertati 299.000 casi, solo gli Stati Uniti superano questo numero).

Altre storie
UFC 250 streaming e dove vederlo: Nunes vs Spencer
UFC 250 streaming e dove vederlo: Nunes vs Spencer
Torna Su