IMMAF lancia una petizione per ottenere il riconoscimento olimpico
IMMAF lancia una petizione per ottenere il riconoscimento olimpico

IMMAF lancia una petizione per ottenere il riconoscimento olimpico

La Federazione Internazionale di Arti Marziali Miste continua la sua battaglia

La Federazione Internazionale di Arti Marziali Miste (IMMAF), fondata nel febbraio 2012 come organo di governo internazionale per le arti marziali miste amatoriali, non si arrende e sta cercando in tutti i modi di ottenere il riconoscimento olimpico dal Comitato Olimpico Internazionale (IOC). Questa volta (si tratta del terzo tentativo) la IMMAF sta cercando di ottenere il riconoscimento attraverso una petizione intitolata “MMA is a Sport” che in poche settimane ha raggiunto più di 10 mila firme. L’obiettivo è di raggiungerne 15 mila.

Puoi contribuire tu stesso per far si che le MMA vengano riconosciute a livello olimpico. Basta firmare la petizione cliccando QUI. Nella pagina, oltre alla petizione, troverai i motivi per cui la Federazione Internazionale di Arti Marziali Miste vuole essere riconosciuta a livello olimpico e successivamente un elenco di tutti i vantaggi che ne conseguirebbero.

Anche Sinead Kavanagh, fighter irlandese della SBG militante nella promotion Bellator ha firmato la petizione.

Le dichiarazioni del presidente dell’IMMAF, Densign White

È dal 2016 che questa storia va avanti, nonostante noi soddisfiamo tutti i requisiti per il riconoscimento. Vogliamo focalizzare l’attenzione sul processo che riteniamo ingiusto. Diventando pubblici ora invitiamo i partecipanti e tutti gli appassionati di sport a radunarsi dietro la nostra petizione. Non siamo l’unico sport ad aver sofferto a causa della mancanza di un processo equo e trasparente. Un piccolo gruppo di federazioni internazionali insieme a GAISF opera come sindacato e non nell’interesse degli sport partecipanti. Considerando l’impatto che ciò ha sul processo decisionale del governo, sulla governance dello sport e sull’accesso ai finanziamenti pubblici, devono uscire allo scoperto e rispondere delle proprie azioni.

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Rimani sempre aggiornato scaricando la nostra APP dal Play Store e iscrivendoti al nostro canale Telegram!

Altre storie
Tyson Fury si preoccupa per il match tra Dillian Whyte e Alexander Povetkin
Tyson Fury si preoccupa per il match tra Dillian Whyte e Alexander Povetkin
Torna Su