Ion Cutelaba presenta ricorso dopo la sconfitta contro Magomed Ankalaev
Ion Cutelaba presenta ricorso dopo la sconfitta contro Magomed Ankalaev

Ion Cutelaba presenta ricorso dopo la sconfitta contro Magomed Ankalaev

Presentato ricorso alla Virginia’s Department of Professional and Occupational Regulation

Dopo la discutibile interruzione dell’arbitro a UFC Norfolk che ha decretato la sconfitta a Ion Cutelaba, il manager del fighter, vorrebbe presentare ricorso al Department of Professional and Occupational Regulation della Virginia, nel tentativo di rovesciare il verdetto di TKO a favore di Magomed Ankalaev. Il rappresentante del Light Heavyweight della UFC, Tiago Okamura, ha rivelato a MMA Fighting che deve ottenere la licenza come manager dal DPOR prima di poter presentare il ricorso.

Le proteste del fighter moldavo

Nella notte di sabato ad UFC Norfolk, l’arbitro Kevin MacDonald si è reso protagonista di un episodio davvero singolare. Dopo una serie di scambi in piedi tra Ion Cutelaba e Magomed Ankalaev, l’arbitro ha deciso di interrompere il match vedendo Cutelaba barcollare, nonostante fosse ancora in grado di colpire l’avversario. Interruzione che ha scaturito la reazione della folla della Chartway Arena che ha fischiato a gran voce la decisione dell’arbitro. L’arresto è avvenuto dopo 38 secondi dall’inizio del match.

Il fighter moldavo nel post-match ha dichiarato che il barcollamento era volontario, in quanto tecnica per distrarre l’avversario, assicurando che fosse pienamente lucido e in grado di combattere. Con un post su Twitter ha condiviso la decisione di voler fare ricorso.

“Per prima cosa lunedì mattina parleremo con la commissione per fare ricorso. Spero che vedano quello che tutti i fan hanno visto stasera e correggano questa ingiustizia. Grazie per il vostro sostegno!” recita il tweet

Le parole della portavoce DPOR Mary Broz-VaughanIl

La portavoce della DPOR Mary Broz-VaughanIl ha dichiarato che in caso di match con esito contestato, il Consiglio della Boxing, Martial Arts, and Professional Wrestling Advisory, che ha regolato UFC Norfolk, esamina le accuse e guarda il filmato dell’incontro prima di emettere un risultato preliminare. La parte lesa ha quindi l’opportunità di contestare il verdetto preliminare appellandosi al tribunale statale.

“In assenza di un errore relativo alla compilazione della scorecard, collusione illecita o illegale o qualche tipo di violazione normativa che ha avuto un impatto negativo sul risultato, la commissione non può cambiare il verdetto del match”

Altre storie
Deontay Wilder non avrà la possibilità di combattere contro Joshua
Deontay Wilder non avrà la possibilità di combattere contro Joshua
Torna Su