Israel Adesanya parla delle critiche ricevute dopo il match di UFC 248
Israel Adesanya parla delle critiche ricevute dopo il match di UFC 248

Israel Adesanya parla delle critiche ricevute dopo il match di UFC 248

L'UFC middleweight champion risponde alle critiche

L’attesissimo match per il titolo dei pesi medi tra Israel Adesanya e Yoel Romero andato in scena alla T-Mobile Arena ad UFC 248, lo scorso 7 marzo, non ha di certo rispettato le aspettative. Infatti l’evento viene ricordato principalmente per il suo co-main event, ovvero il match tra Zhang Weili e Joanna Jędrzejczyk, ritenuto da molti addetti ai lavori come uno dei match migliori mai disputati nelle MMA. Il risultato finale del main event ha visto Adesanya uscire vittorioso dall’ottagono dopo un match durato cinque round che ha riscontrato più fischi che applausi.

Nei giorni e nelle settimane successive al match, il campione ha ricevuto aspre critiche dai fan per il match disputato, tanto è vero che una grossa fetta dei sostenitori delle MMA sono convinte che sia stato Romero a vincere effettivamente l’incontro. Nella giornata di ieri, Israel ai microfoni di MMA Fighting a voluto mettere a tacere tutti quei fan che lo hanno contestato.

La risposta di Israel Adesanya

Ero lì per combattere. In realtà ero lì per attaccare, studiare, e combattere in modo intelligente. La sua prima chance è stata quando mi ha dato un pugno e mi ha colpito il bulbo oculare e ha spedito il mio bulbo oculare nella parte posteriore del cranio. Quella era la sua occasione. Chiunque poteva vedere e pensare: “È compromesso, attaccalo, è compromesso”, ma è rimasto fermo per due minuti.

Questo mi è bastato per capire che non voleva combattere. Sperava solo che avrei fatto lo stesso errore due volte. Non avrei commesso lo stesso errore due volte. Era come se si aspettasse che io rimanessi lì e venissi colpito. Fratello, sei rimasto lì, mi hai costretto a muovere la mano, ho fatto un errore. Ho la testa dura, non mi fatto cadere. Mi ha colpito agli occhi. Non mi ha fatto traballare. Non mi ha scosso. 

Ho pensato: “OK, sii intelligente su come entrare la prossima volta. Non entrare subito, in mezzo, inclinati lateralmente prima di attaccare, o assicurati che il piede sia nel punto giusto prima di attaccare, in modo che la sua mano sinistra non possa colpirti“. Non è mai stato in grado di farlo di nuovo durante l’intero combattimento, se noti.

Guarda Anderson Silva nel secondo round, quando mi ha colpito negli occhi e ho iniziato a vedere due Silva. Anderson iniziò a fare pressione, finte, sguardi. Ma uno (Romero) che ti colpisce in pieno negli occhi, e poi sta letteralmente fermo per due f*****i minuti. È così idiota. E poi il resto del match lo ha passato aspettando che io facessi qualcosa. È stato semplicemente stupido da parte sua. 

Non me ne frega un c***o di quello che pensano gli ubriachi in mezzo alla folla, e di tutti questi fan, non me ne frega davvero un c***o di quello che pensano.

 

 

Altre storie
Quale futuro per la divisione dei pesi mosca?
Quale futuro per la divisione dei pesi mosca?
Torna Su