Justin Gaethje : Da dimenticato a possibile campione
Justin Gaethje : Da dimenticato a possibile campione

Justin Gaethje : Da dimenticato a possibile campione

Dopo la vittoria a UFC 249, Justin Gaethje ha tutte le carte in regola per vincere.

Due mesi fa, Justin Gaethje si stava allenando e aspettando che l’UFC trovasse il suo prossimo avversario. Messo lì, dimenticato quasi, aleggiando nella 4° posizione del ranking.

Rimani sempre aggiornato scaricando la nostra APP dal Play Store e iscrivendoti al nostro canale Telegram!

Sabato sera, dopo aver accettato una short notice per competere nel main event UFC 249, ha fermato Tony Ferguson con un TKO nel quinto round per diventare campione provvisorio ad interim, dando vita a un inevitabile scontro con Khabib Nurmagomedov alla fine di quest’anno.

È stata una prestazione strabiliante, dato che Gaethje ha punito Ferguson round dopo round prima di metterlo via nel finale con meno di due minuti alla fine del combattimento.

“Sapevo di essere un assassino che entrava qui”, ha dichiarato Gaethje alla fine del suo match “Nessuna droga è migliore sulla Terra come l’adrenalina. L’adrenalina mi scorre nelle vene. “

Dopo due sconfitte molto pesanti, Gaethje ha iniziato a fare notevoli cambiamenti nella sua strategia e approccio al combattimento senza sacrificare nessuna delle sue rifiniture. E la medesima cosa è successa a UFC 249 quando è riuscito ad attaccare Ferguson con una forza devastante che raramente si era vista nei suoi pugni, rifiutandosi di impegnarsi negli scambi selvaggi che gli erano costati così tanto in molti combattimenti passati e che, probabilmente, sarebbero stati la sua sconfitta anche in questo incontro.

“Ho dovuto perdere per cambiare”, ha dichiarato Justin Gaethje. “Non posso risolvere ciò che non è rotto. Mi stavo colpendo troppo e mi stavo divertendo troppo. A questo livello non puoi assolutamente farlo. “

Ferguson è riuscito a mettere giù Gaethje per un breve periodo, alla fine del secondo round, con uno strabiliante montante, ma l’ex vincitore di Ultimate Fighter non è riuscito a infliggere molti attacchi nei 25 minuti. Ha però mostrato un’incredibile durata e resistenza, dato che ha assorbito pugni che avrebbero probabilmente eliminato tutti gli altri pesi leggeri del roster.

L’aggressività controllata di Gaethje ha continuato ad aumentare in maniera significativa mentre tagliava la faccia di Ferguson e lo lasciava sanguinante al quinto round. Quel duro colpo alla fine del combattimento ha fatto tremare Ferguson per l’ultima volta, lasciandolo barcollare all’indietro verso la gabbia mentre scuoteva la testa, costringendo l’arbitro Herb Dean a fermare il combattimento.

La fine del tutto è arrivata al minuto 3:39 nel quinto round.

Justin Gaethje – Un futuro campione?

Successivamente, il presidente della UFC Dana White ha messo il titolo provvisorio intorno alla vita di Gaethje. Il fighter ha però prontamente scartato il titolo buttandolo a terra, puntando gli occhi sulla lotta con Nurmagomedov per determinare un campione indiscusso nella divisione leggera.

“Aspetterò quello vero”, ha detto Gaethje dopo aver gettato a terra il titolo provvisorio. “Khabib è il migliore al mondo. Lavoro da quando avevo 4 anni per sfide come questa e sono felice di rappresentare gli Stati Uniti d’America contro il Daghestan o il migliore della Russia. È 28-0 e non c’è altra sfida che voglio in questo momento. Voglio combatterlo.”

Mentre Gaethje celebra quella che è la sua rivincita, Ferguson deve riconciliarsi con la fine della sua serie di vittorie in 12 combattimenti e la possibilità di andare finalmente in guerra con Nurmagomedov dopo che erano stati programmati per incontrarsi in cinque diverse occasioni.

Ovviamente il risultato non era quello che voleva, ma Ferguson ha dato a Gaethje il merito di un lavoro ben fatto dopo aver accettato la lotta con lui con breve preavviso.

“È stato un lungo bootcamp di merda”, ha detto Ferguson dopo la sua prima sconfitta dal 2012. “Ci stiamo preparando da novembre. Justin è un duro figlio di put**ana. Succede. Cosa altro potevo fare?.”

Altre storie
Michael Dessino muore in un incidente stradale
Michael Dessino muore in un incidente stradale
Torna Su