Home MMA Justin Gaethje parla del suo futuro e di Conor McGregor

Justin Gaethje parla del suo futuro e di Conor McGregor

di Gabriele Carfi

Justin Gaethje, durante un intervista ad ESPN, dice di non vedere l’ora di scoprire il suo prossimo avversario, dato che la divisione dei leggeri in questo momento è più calda che mai. In più, minaccia la UFC di lasciare la promotion nel caso in cui dovessero programmare il terzo match fra Conor e Dustin per il titolo.

Justin Gaethje è ansioso si scoprire il suo futuro

Justin Gaethje (22-3), peso leggero della UFC, non combatte da quando ad ottobre ha fallito la titole shot contro l’imbattuto campione della categoria Khabib Nurmagomedov (29-0).

Dopo la vittroia di Dustin Poirier su Conor McGregor, si è persino visto essere scavalcato da “The Diamond” nella classifica dei leggeri, perdendo il posto di number one contender a discapito di Dustin.

Con Nurmagomedov che probabilmente abbandonerà il titolo (stando a quanto riferito da Dana White nella conferenza post UFC 257) e con lo stato attuale della divisione che è in grande fermento, Gaethje si dice ansioso di scoprire il suo prossimo avversario e di essere aperto a qualsiasi incontro, pur di rimetterlo in corsa nuovamente per il titolo:

“Poirier, Chandler, Oliveira, McGregor o Diaz”, ha detto Justin ad ESPN.

Stando a queste dichiarazioni, sembra che il fighter di Safford sia veramente determinato ad affrontare i lottatori più duri della divisione 155 lb.

Le dichiarazioni su Conor McGregor

Quando gli viene detto che il coach di Conor McGregor, John Kavanagh, ha chiesto all’UFC che il prossimo match di Conor sia una rivincita contro Poirier con il titolo lightweight in palio, Gaethje si è detto assolutamente non preoccupato del fatto che la promotion possa prenotare McGregor o un’altra superstar come Nate Diaz a un combattimento per il titolo, ma anzi, di prendere in considerazione l’idea di lasciare la UFC nel caso in cui lo facesse:

“Non capisco perché escono e dicono che vuole una title shot e la rivincita contro Poirier dopo aver perso così, sono degli idioti”, ha detto Gaethje in riferimento alle dichiarazioni di John Kavanagh. “È stato trattato in modo speciale più e più volte dalla UFC e non è riuscito a capitalizzare questa opportunità. Quell’evento era per lui, doveva vincere. Ora fa la scena di essere Mr. Umile, ma anche tu sai che sarebbe stato un’opportunità per tutti se avesse vinto quell’incontro”.

“Penserò a non lottare mai più nell’UFC se lui dovesse combattere per il titolo. Sarebbe assurdo. È posizionato al numero 6, ha vinto un incontro in tutta la sua vita nella divisione pesi leggeri e sceglie chi combattere. A me piacerebbe affrontarlo, ma non credo sia il prossimo. Oltretutto lui non ha intenzione di combattere contro di me”.

Justin Gaethje ha inoltre aggiunto che Charles Oliveira sia il fighter più difficile con cui scontrarsi per tutti i lottatori che si trovano in cima alla classifica dei leggeri, ma ha espresso fiducia sul fatto che batterebbe Oliveira nello striking. In più, Justin ha rivelato che la UFC gli aveva proposto di combattere contro Michael Chandler, ad UFC 257, ma di aver rifiutato l’incontro perché non aveva la quantità di tempo adeguata per prepararsi.

Infine, Gaethje ha fatto sapere di essere disposto ad affrontare Dustin Poirier una seconda volta, purché la UFC gli dia 12 settimane di tempo per prepararsi.

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Rimani sempre aggiornato scaricando la nostra APP dal Play Store ed ascoltando il nostro podcast settimanale che puoi trovare cliccando QUI

Justin Gaethje parla del suo futuro e di Conor McGregorJustin Gaethje parla del suo futuro e di Conor McGregor

Ti potrebbero interessare

Rispondi