Home MMA Karl Roberson racconta i dettagli del weigh-in mancato del 13 maggio

Karl Roberson racconta i dettagli del weigh-in mancato del 13 maggio

di Manuel Donzelli

Karl Roberson e Marvin Vettori risolveranno, finalmente, i loro attriti questo sabato nel Co-Main Event di UFC Fight Night: Eye vs. Calvillo alla UFC APEX di Las Vegas. Il fighter americano, intervistato durante il “media day” ha parlato dell’episodio di cui è stato protagonista lo scorso 13 giugno quando dopo un malore avuto durante la cerimonia del peso (weigh-in fallito) fu giudicato non idoneo dal punto di vista medico per combattere contro Marvin Vettori, tutto questo a poche ore dall’inizio dell’evento (UFC Fight Night: Smith vs. Teixeira).

La versione dei fatti di Karl Roberson

Durante il taglio di peso, ho iniziato ad avere le convulsioni, come piccoli attacchi epilettici, quindi hanno dovuto interrompere il mio weigh-in. Ci ho riprovato, mi sono pesato e ho cercato di farcela. Quando ho provato a reidratarmi, il mio corpo non si è ripreso. Mi sono cedute le gambe e sono svenuto. Ho colpito la testa e mi hanno detto che stavo per andare in rabdomiolisi.

Le funzioni del mio cervello hanno iniziato a smettere di lavorare, quindi mi hanno portato in ospedale, mi hanno reidratato e mi hanno controllato per assicurarsi che non fossi completamente andato, quindi mi hanno tolto dalla card.

È stata un lungo cammino. È stato un cammino difficile. Ho parlato con alcuni dottori e mi hanno detto: “Sarà dura, ma puoi sicuramente calare perché il tuo corpo non si è completamente danneggiato, ma c’eri quasi, quindi se fai tutto bene e stai bene e rimani sulla buona strada, starai bene. Ce la farai.”

Ho cambiato completamente la mia dieta. Avevo una dieta ricca di grassi, non molti carboidrati, quindi i miei muscoli non si stavano ricostruendo davvero correttamente e non stavo trattando il mio corpo nel modo giusto, quindi ho dovuto aggiungere molti più carboidrati e cambiare completamente direzione con la dieta.

Il racconto dell’alterco avuto con Marvin Vettori nella hall dell’hotel

Sono stato chiamato dalla mia stanza per prendere un aereo per tornare a casa in modo da poter andare dal mio medico per vedere cosa avevo. Mentre scendiamo nella hall, Marvin era lì con un caffè, e camminava avanti e indietro. Mentre cammino, si avvicina e mi dice: “Che cosa è successo?” e io: “Sono svenuto. Colpa mia. mi hanno tolto dalla card.” 

Poi gli ho chiesto: “Hai chiamato un giornalista e gli hai detto che avevo paura di a combattere contro di te?” E lui ha risposto di si. Poi mi si è avvicinato come se stesse cercando di affrontarmi. Sono un fighter. Non ti avvicini a un fighter in modo aggressivo, specialmente quando dovremmo combattere. Quindi gli ho detto: “Perché dovresti dire una cosa del genere? E lui ha iniziato a camminare dall’altra parte della hall, ha messo giù il suo caffè, ed è allora che il suo nutrizionista o il suo ragazzo o chiunque esso sia, esce dall’ascensore. E Marvin comincia ad urlare: “Oh, vuoi combattere?” E io pensavo: “Perché stai urlando? è completamente inutile.”

Roberson poi ha lanciato la stoccata finale verso il fighter italiano

Non riesce a controllare le sue emozioni. Sembra che sia ancora sotto effetto di steroidi

 

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato,CLICCA QUI.

Rimani sempre aggiornato scaricando la nostra APP dal Play Storee iscrivendoti al nostro canale Telegram!

Karl Roberson racconta i dettagli del weigh-in mancato del 13 maggio Karl Roberson racconta i dettagli del weigh-in mancato del 13 maggio

Ti potrebbero interessare

Rispondi