Home MMA Kelvin Gastelum sospeso dall’USADA

Kelvin Gastelum sospeso dall’USADA

di Andrea Ruggini

Kelvin Gastelum ha ricevuto brutte notizie dall’USADA riguardo al suo ultimo test antidoping post-UFC 244. L’americano infatti ha accettato una lunga sospensione.

I motivi della sospensione di Kelvin Gastelum

Stando alle dichiarazioni dell’USADA, Gastelum sarebbe stato trovato positivo al THC, sostanza psicoattiva della Marijuana, per la seconda volta nella sua carriera, e dovrà scontare ben nove mesi di squalifica.

Gestelum, 28, è risultato positivo al 11-nor-9-carboxy-tetrahydrocannabinol (Carboxy-THC) in quantità maggiore al limite di 180 ng/mL, un metabolita urinario del Δ9-tetrahydrocannabinol (THC), costituente psicoattivo principale della Marijuana e/o dell’Hashish, dal campione prelevato durante UFC 244 a New York il 3 Novembre 2019. Cannabis, Marijuana e Hashish sono sostanze vietate nella classe dei Cannabinoidi, e sono proibite dalla UFC nei test in-competizione.

Nella polizza anti-doping della UFC, i Cannabinoidi sono considerate sostanze vietate. Se un atleta riesce a dimostrare che tale sostanza non è stata usata con il fine di migliorare le proprie prestazioni nell’incontro, allora è possibile una riduzione della pena a patto di completare un programma di riabilitazione. Gastelum era risultato positivo al THC anche nel 2017, e aveva accettato la conseguente sanzione.

Gastelum è riuscito a dimostrare la sua “innocenza” nell’uso del THC, ha completato il programma di riabilitazione ed ha pertanto già scontato la propria squalifica. Gastelum, con un tweet, ha informato i fan della situazione ed ha ribadito di essere pronto per combattere nell’estate.

Come avete visto dalle notizie, mi sono preso tutte le responabilità e ho già voltato pagina.

Sono pronto per il prossimo avversario.

Kelvin Gastelum sospeso dall'USADA Kelvin Gastelum sospeso dall'USADA

Ti potrebbero interessare

Rispondi