Khabib Nurmagomedov ha problemi di stampo religioso con le donne
Khabib Nurmagomedov ha problemi di stampo religioso con le donne

Khabib Nurmagomedov ha problemi di stampo religioso con le donne

Cynthia Calvillo racconta la sua esperienza negli allenamenti con Khabib

Khabib Nurmagomedov sembra non avere un bel rapporto con le donne che combattono nell’ottagono della UFC, a causa della sua fede devota alla religione islamica ed impedirebbe a queste di allenarsi con lui.

Khabib Nurmagomedov è stato recentemente accusato da una combattente di MMA, Cynthia Calvillo, di avere pregiudizi sulle donne che praticano lo sport delle arti marziali miste. Al giorno d’oggi non dovrebbe stupire il vedere donne occupare ruoli professionali che fino a non molto tempo fa erano considerarati esclusivamente maschili, oppure vedere mamme che accompagnano le proprie figlie agli allenamenti di calcio o pugilato (sport tutt’ora a prevalenza maschile, ma che nel tempo hanno ottenuto le attenzioni del gentil sesso): eppure per certi uomini la possibilità che una donna ed un uomo abbiano gli stessi diritti, gli stessi poteri decisionali o le stesse opportunità sarebbe ancora un tabù. Purtroppo è triste dover notare che il combattente daghestano Khabib Nurmagomedov rientra in questa categoria di persone, che non vedrebbero di buon occhio una donna che si cimenta in un qualcosa che secondo questi dovrebbe rimanere esclusiva maschile. In una recente intervista, la combattente Cynthia Calvillo ha rilasciato delle dichiarazioni a proposito di Nurmagomedov che lasciano intendere come nel mondo ci sia ancora bisogno di parlare del fatto che uomini e donne debbano poter godere di pari diritti, in qualunque ambito essi vengano a contatto.

Di seguito le parole della Calvillo a proposito di Khabib Nurmagomedov e dei combattenti di religione islamica

È un po’ strano avere a che fare con loro (riferendosi ai combattenti di fede mussulmana), a causa della loro religione e cose del genere. Non parlano con noi donne, sai. Voglio dire, ci salutiamo a vicenda ma non possiamo allenarci con loro. Non si allenano con le donne. Tuttavia posso vedere Khabib allenarsi, passa un sacco di tempo, ad allenarsi con le prese. Mostra la tecnica e cose del genere. Non è che non riesco ad imparare in questo modo, perchè posso ancora guardare quello che fa, ma non mi alleno fisicamente con lui o con nessun altro ragazzo. Non credo che lo faccia nessun’altra donna. Non posso arrabbiarmi o giudicare nessun altro in base a come sono stati cresciuti. Non fanno di tutto per essere scortesi. Non vengo cacciata dalla palestra. Non hanno problemi con me che mi alleno insieme a loro, sono gentili e sono rispettosi.

Dobbiamo necessariamente sottolineare che non solo gli atleti di religione islamica hanno pregiudizi riguardo le donne che combattono nelle MMA, ma anche che atleti di spicco come George St- Pierre e Fedor Emilianenko hanno affermato più volte che combattere nella gabbia non è uno sport per donne. Questo evidenzia in maniere inconfutabile che, a prescindere dei propri credo, molti uomini debbano decisamente espandere la propria visione della loro vita.

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Rimani sempre aggiornato scaricando la nostra APP dal Play Store ed ascoltando il nostro podcast settimanale che puoi trovare cliccando QUI 

Altre storie
Jon Jones prende in giro Israel Adesanya
Jon Jones prende in giro Israel Adesanya
Torna Su