UFC 249: Ufficiale Francis Ngannou vs Jairzinho Rozenstruick
UFC 249: Ufficiale Francis Ngannou vs Jairzinho Rozenstruick

La richiesta di Francis Ngannou

Il camerunense svela la sua richiesta a Mma Fighting

Francis Ngannou ed il titolo dei pesi massimi. Il camerunense ha chiesto alla UFC, unendosi all’appello del prossimo sfidante Jairzinho Rozenstruik, di istituire un titolo ad interim dei pesi massimi nell’attesa che Stipe Miocic torni nell’ottagono e difenda il titolo (presumibilmente contro Daniel Cormier)

Francis Ngannou è pronto per il titolo?

Il camerunense è un fighter migliore rispetto al suo primo assalto al titolo ad UFC 220, dove perse contro il campione Stipe Miocic in un incontro mai in discussione. A quella sconfitta se ne aggiunse un’altra, e sempre per decisione unanime, contro Derrick Lewis (ad UFC 226). Dopo quello scivolone furono in molti a domandarsi se Francis Ngannou fosse un fighter in grado di diventare campione del mondo dei pesi massimi. A dare la risposta è stato proprio “The Predator”, che nel rispetto del suo soprannome, ha ingranato la marcia distruggendo nell’ordine Curtis Blaydes, Cain Velasquez e Junior Dos Santos. Il particolare che definisce la ferocia di Ngannou è il tempo complessivo di permanenza nell’ottagono: 2 minuti e 22 secondi. Metà round per incenerire 3 pesi massimi. Ed ora, l’ultimo ostacolo da superare è Jairzinho Rozenstruik. L’imbattuto peso massimo di Paramaribo (10-0) è pronto a contendere la title shot al predatore camerunense. I due sfidanti nell’arco di una settimana hanno richiesto alla UFC di istituire un titolo ad interim.

La richiesta di Francis Ngannou

Con Stipe Miocic formalmente guarito dai problemi agli occhi che lo affliggono sin dal secondo match contro Daniel Cormier, e nell’attesa che la Pandemia possa scemare, la richiesta di Ngannou e Rozenstruik alla UFC è di rendere il loro match in programma il 9 maggio valevole per il titolo ad interim dei pesi massimi. Ad oggi Dana White e i vertici della promotion non hanno preso in considerazione la richiesta. L’ex sfidante al titolo ha lamentato la mancanza di programmazione che lo ha portato a restar fermo per 10 mesi. Il timore di Ngannou è quello di restare fermo nuovamente dopo questo match.

 

Altre storie
Jon Jones in guerra aperta con Dana White e la UFC
Jon Jones in guerra aperta con Dana White e la UFC
Torna Su