L'allenatore di Deontay Wilder contrario allo stop del match con Fury
L'allenatore di Deontay Wilder contrario allo stop del match con Fury

L’allenatore di Deontay Wilder contrario allo stop del match con Fury

Jay Deas in disaccordo con la decisione di gettare la spugna

All’MGM Grand di Las Vegas è l’uomo di Manchester, Tyson Fury, a vincere il rematch contro Deontay Wilder, alla settima ripresa, conquistando il titolo WBC dei pesi massimi. Il match è stato a senso unico con Wilder presente solo nel primo round del match, per poi scomparire. Fury ha vinto meritatamente, lavorando l’avversario dal centro del ring, riuscendolo a mettere knockdown un paio di volte.

Domenica mattina, Greg Roseinstein sul proprio profilo Twitter rivela che il secondo allenatore di Wilder, Jay Deas, si è detto in disaccordo con la decisione di gettare la spugna alla settima ripresa.

Il tweet di Greg Rosenstein

La maggior parte delle persone concorderebbero sul fatto che l’allenatore di Deontay Wilder, Mark Breland, abbia preso la decisione giusta gettando la spugna nel settimo round in un match dominato da Tyson Fury. L’ormai ex campione dei massimi WBC era ormai in balia del suo avversario, ferito e sanguinante da un orecchio quando dal suo angolo è stato gettato l’asciugamano bianco all’interno del ring. Si presume che Wilder abbia perfino subito una foratura del timpano.

Ecco il tweet postato da Greg Roseinstein, in cui dice che Jay Deas fosse in disaccordo con la decisione di interrompere il match.

 

Altre storie
Colby Covington è sicuro di poter mandare in pensione Nick Diaz
Colby Covington è sicuro di poter mandare in pensione Nick Diaz
Torna Su