L'arbitro Keith Peterson schernisce Dominick Cruz
L'arbitro Keith Peterson schernisce Dominick Cruz

L’arbitro Keith Peterson schernisce Dominick Cruz

L'arbitro risponde alle accuse del fighter tramite un tweet

Continua il battibecco tra l’arbitro di UFC 249 Keith Peterson e il fighter Dominick Cruz. Nella notte di sabato 9 maggio vi sono stati due grandi ritorni: in primis la UFC è tornata con eventi live, proponendo una card stellare, andata in scena a porte chiuse alla Vystar Veterans Memorial Arena in Jacksonville, Florida. Oltre a ciò è riapparso all’interno dell’ottagono, a distanza di quattro anni, Dominick Cruz. “The Dominator” ha affrontato nel co-main event della serata il double champ Henry Cejudo, venendo sconfitto al secondo round per TKO. A seguito del match, Cruz ha manifestato fin da subito il suo dissenso in merito alla decisione dell’arbitro di fermare preventivamente il match, arrivando perfino ad accusare Keith Peterson di essere ubriaco durante il match.

La risposta dell’arbitro Keith Peterson

Non si è fatta attendere dunque la risposta di Keith Peterson, il quale si è preso gioco di Dominick Cruz pubblicando sul proprio profilo Twitter una foto del fighter gravemente ferito con la didascalia: “Io la mattina dopo una notte di bevute e fumo“.

Nuovi dettagli emersi dal racconto di Dominick Cruz

Dominick Cruz intervistato da Ariel Helwani per ESPN è tornato sulla vicenda rivelando ulteriori dettagli sugli strani atteggiamenti dell’arbitro avuti sia prima che nel corso del match.

Prima di uscire per il match, ricordo specificamente di aver guardato l’arbitro Keith Peterson. E lui era come se borbottasse, toccava il pavimento, abbassava la mano e metteva le dita su dove non inginocchiarsi e dove inginocchiarsi. E non mi guardava negli occhi.

Mi avvicino per assicurarmi che mi guardasse negli occhi, e pensavo “Ehi amico. Non riesco a capire cosa mi stai dicendo. Di cosa stai parlando? Sii chiaro perché tu hai il controllo di questo match e voglio sapere cosa sta succedendo. Ho bisogno che tu faccia funzionare questo. Ho bisogno che tu lo capisca.’

Eravamo negli ultimi 20 secondi del match. E dice: “Non è il mio lavoro conoscere il tempo.” Sì, lo è . Il tuo compito è sapere il tempo. Hai un solo compito: ed è quello di proteggerci e conoscere l’ora. Perché io ed Henry sapevamo che mancavano 20 secondi al round? Se noi lo sappiamo che siamo atleti di alto livello, dovresti saperlo anche tu che sei un arbitro di alto livello.

 

 

 

Altre storie
Il pugile italiano Guido Vianello combatterà il 9 giugno a Las Vegas
Il pugile italiano Guido Vianello combatterà il 9 giugno a Las Vegas
Torna Su