Marvin Vettori

Marvin Vettori parla del suo match saltato a UFC London

Le dichiarazioni rilasciate su Instagram

Marvin Vettori rilascia delle dichiarazioni relative al suo match, che doveva disputarsi a UFC LONDON, e lo fa tramite la sua pagina social di Instragram.

Il lottatore Italiano, a causa del COVID-19, si trova ora fermo fuori dall’Italia e con un match saltato a causa dei blocchi imposti in tutto il mondo per il Coronavirus.

Cosa ha scritto Marvin Vettori?

In un lungo post rilasciato su Instagram, Marvin Vettori parla sull’attuale momento che vede coinvolto tutto il mondo in modo personale, spiega i suoi sentimenti attuali e rilascia alcune parole sulla situazione mondiale dal suo punto di vista. Augurandoci anche noi di uscire presto da questa situazione, vi lasciamo al suo post.

Oggi ho deciso di parlare a chi mi segue di come sto vivendo questo periodo, con l’intento di trasmettere energia.
È tutto molto strano: mi è saltato il match e al momento non so nulla per un’eventuale data futura, sono lontano da casa e di questa situazione si capisce sempre meno.
Non mi voglio adagiare, se non spingo il fisico e la mente fuori da quella che è la mia zona di comfort non sono soddisfatto, quindi anche senza match mi tengo pronto a combattere.
Famiglia e amici sono in Italia, seguo la situazione ora per ora e ogni volta che leggo news relative a noi italiani mi sale il sangue alla testa.
Il tutto confluisce in un sentimento che ho avuto modo di affrontare spesso nella vita, la frustrazione, quel senso di impotenza talmente grande che sembra ci voglia schiacciare.
Neanche la nostra mente, in quel momento, riesce a comprendere cosa stia succedendo.

Il fine di questo sentimento subdolo e criptico è di scoraggiarci o addirittura immobilizzarci, come se fossimo davanti ad un muro talmente alto da non vederne la fine.
Quando questo processo si innesca e cediamo è come se distogliessimo la nostra attenzione e le nostre forze da tutte quelle cose che invece possiamo fare e controllare.

Nel mio caso so che ogni giorno darò il massimo, proverò a migliorare su quello che la situazione mi darà modo di fare e soprattutto mi terrò pronto ad ogni evenienza: se avrò l’occasione di combattere mi farò trovare pronto, se dovrò partire per l’Italia per qualsiasi motivo sarò pronto.
Non è facile prepararsi su vari fronti senza un reale motivo, ma sarebbe ancora più difficile accettare il fatto di non essere pronti se si presentasse l’evenienza.
Non possiamo prevedere il futuro, ma possiamo tenerci preparati a più scenari, senza vivere nella paura. #theitaliandream

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Oggi ho deciso di parlare a chi mi segue di come sto vivendo questo periodo, con l’intento di trasmettere energia. È tutto molto strano: mi è saltato il match e al momento non so nulla per un’eventuale data futura, sono lontano da casa e di questa situazione si capisce sempre meno. Non mi voglio adagiare, se non spingo il fisico e la mente fuori da quella che è la mia zona di comfort non sono soddisfatto, quindi anche senza match mi tengo pronto a combattere. Famiglia e amici sono in Italia, seguo la situazione ora per ora e ogni volta che leggo news relative a noi italiani mi sale il sangue alla testa. Il tutto confluisce in un sentimento che ho avuto modo di affrontare spesso nella vita, la frustrazione, quel senso di impotenza talmente grande che sembra ci voglia schiacciare. Neanche la nostra mente, in quel momento, riesce a comprendere cosa stia succedendo. Il fine di questo sentimento subdolo e criptico è di scoraggiarci o addirittura immobilizzarci, come se fossimo davanti ad un muro talmente alto da non vederne la fine. Quando questo processo si innesca e cediamo è come se distogliessimo la nostra attenzione e le nostre forze da tutte quelle cose che invece possiamo fare e controllare. Nel mio caso so che ogni giorno darò il massimo, proverò a migliorare su quello che la situazione mi darà modo di fare e soprattutto mi terrò pronto ad ogni evenienza: se avrò l’occasione di combattere mi farò trovare pronto, se dovrò partire per l’Italia per qualsiasi motivo sarò pronto. Non è facile prepararsi su vari fronti senza un reale motivo, ma sarebbe ancora più difficile accettare il fatto di non essere pronti se si presentasse l’evenienza. Non possiamo prevedere il futuro, ma possiamo tenerci preparati a più scenari, senza vivere nella paura. #theitaliandream

Un post condiviso da Marvin Vettori (@marvinvettori) in data:

Altre storie
Floyd Mayweather pagherà il funerale di George Floyd
Floyd Mayweather pagherà il funerale di George Floyd
Torna Su