Mathias Gallo Cassarino: “Andare in Thailandia è stato un salto nel vuoto”

Grazie al nostro podcast Over The Top Rope, abbiamo avuto il piacere di intervistare il giovane Mathias Gallo Cassarino, entrato recentemente nell’Olimpo della Muay Thai avendo trionfato nel leggendario Lumpinee Stadium di Bangkok. Tra le altre domande (che potete trovare QUI), ci ha anche raccontato di come si è sentito a trasferirsi dall’altra parte del mondo per iniziare questo viaggio che lo ha portato fino a Lumpinee.

Ti sei trasferito in Thailandia e stai sfidando dei combattenti locali, qual è stato il tuo impatto iniziale in quel mondo?

“Ero molto piccolo quando mi sono trasferito, avevo appena 13 anni. Ho dovuto seguire la guida di mio padre perchè io non avevo idea di cosa significasse un trasferimento del genere anche se viaggiavo tanto e già conoscevo abbastanza bene la Thailandia. Ovviamente avevo tanta paura, è stato come un salto nel vuoto. Però l’ho fatto e lo rifarei, perchè come tutte le cose che iniialmente ti fanno paura, questa esperienza ti fa crescere

Ormai la Thailandia è casa mia, dopo più di dieci anni mi sono ambientato benissimo. Sicuramente sono ancora italiano e ci sono molte cose della cultura locale che ancora non riesco a capire, ma la maggior parte l’ho imparata e ho capito come funzionano qui le cose.”

Se volete sapere come è nata la passione di Mathias, potete ascoltare OTTR Minuti Di Recupero, ovverlo le nostre mini-puntate in cui cerchiamo di scoprire l’appassionato che si cela dietro all’atleta professionista.

Ascolta “OTTR Minuti di Recupero: Ep4 – Mathias Gallo Cassarino” su Spreaker.

Altre storie
Niko Price vorrebbe il rematch contro Donald Cerrone come Main Event
Niko Price vorrebbe il rematch contro Donald Cerrone come Main Event
Torna Su