Miesha Tate: ecco che ripercussioni ha avuto il Covid-19 sul suo ruolo
Miesha Tate: ecco che ripercussioni ha avuto il Covid-19 sul suo ruolo

Miesha Tate: ecco che ripercussioni ha avuto il Covid-19 sul suo ruolo

Che cos’ha causato il Covid-19 in ONE Championship?

Miesha Tate: che cambiamenti ci sono stati sul suo ruolo di Vice Presidente in ONE Championship per colpa del Covid-19? Che ruolo ha giocato la pandemia?

La pandemia dovuta al Covid-19 sta tenendo sotto scacco tutto il mondo da quasi un anno ormai, ed anche il mondo dello sport ne ha subito le conseguenze. Molti eventi sono stati cancellati ed hanno lasciato gli atleti che vi dovevano essere coinvolti senza una fonte di reddito. C’è chi, come Demetrious Johnsonha anche fatto riflessioni sul proprio futuro nel mondo delle arti marziali miste.

Cambiamenti

Anche i ruoli dirigenziali hanno sentito l’impatto della pandemia con molti ruoli che hanno visto cambiare i loro compiti in questo lasso di tempo. Proprio di questo argomento ha parlato Miesha Tate, Vice Presidente della federazione di MMA con base a Singapore ONE Championship. L’ex UFC Bantamweight Champion ha reso noto che il virus le ha scombinato i piani che prevedevano un ritorno negli Stati Uniti dopo i due anni passati a Singapore.

Le dichiarazioni di Miesha Tate

Ecco le parole rilasciate dalla Tate durante l’intervista concessa ai microfoni di MMA Junkle Radio:

”Il mio obiettivo era di stare lì (a Singapore) per due anni, ma il Covid-19 ha incasinato tutto. So di non essere stata l’unica in quella situazione, quando Singapore ha chiuso i confini sono diventata un po’ depressa.Tutto è successo perché non potevo avere contatti veri con famiglia ed amici nessuno poteva venire a trovarmi ed allora mi sono resa conto di quanto siamo piccoli. Vengo da Washington, dove mi trovo in questo momento, sto con i miei genitori per le vacanze fino a quando non dovrò tornare a Las Vegas, probabilmente verso gennaio. Penso che quello su cui ci concentreremo maggiormente sarà il mio lavoro con gli atleti statunitensi come Demetrious Johnson. Anche lui si trova nello stato di Washington, quindi voglio stare con lui e filmare più contenuti, creare cose e naturalmente continuare a promuovere gli eventi. Posso aiutare con i miei contatti la ONE Championship a creare delle radici negli Stati Uniti ma c’è il Covid-19 che sta cercando di rovinare le cose.”

Parole cariche di aspettative quelle pronunciate da Miesha Tate, che vorrà aiutare la sua attuale compagnia ad espandersi sul territorio statunitense il più velocemente possibile, virus permettendo, per poter insidiare lo strapotere di UFC Bellator MMA. Adesso è ancora presto per capire se ci riuscirà, ma la fiducia e la volontà ci sono, quindi non resta che aspettare e vedere cosa riserverà il futuro alla promotion di Singapore.

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Rimani sempre aggiornato scaricando la nostra APP dal Play Store ed ascoltando il nostro podcast settimanale che puoi trovare cliccando QUI 

Altre storie
Petr Yan vs Aljamain Sterling rimosso da UFC 256
Petr Yan vs Aljamain Sterling rimosso da UFC 256
Torna Su