Oleksandr Usyk fa intendere che si farà da parte per Joshua vs Fury
Oleksandr Usyk fa intendere che si farà da parte per Joshua vs Fury

Oleksandr Usyk fa intendere che si farà da parte per Joshua vs Fury

Il pugile ucraino non intende ostacolare il match tra i due campioni del mondo

Oleksandr Usyk ha fatto fa intendere che potrebbe farsi da parte in modo che i campioni dei pesi massimi Anthony Joshua e Tyson Fury possano combattere per il titolo di campione indiscusso nel 2021

Leggendo tra le righe, Oleksandr Usyk (18-0, 13 KO), 33 anni, potrebbe essere disposto a togliersi di mezzo per lasciare che il campione IBF / WBA / WBO Anthony Joshua (24-1, 22 KO) affronti il ​​detentore del titolo WBC Tyson Fury (30-0-1, 21 KOs) ma, probabilmente, richiederà un compenso perché ciò avvenga.

Il manager di Joshua, Eddie Hearn, non è sembrato entusiasta questa settimana nel sentire che l’ucraino vorrebbe farsi da parte in cambio di soldi, e ha detto che c’è la possibilità che tutti i titoli dei pesi massimi vengano resi vacanti da Anthony Joshua e Tyson Fury, in modo che possano combattere. [ in questo caso i due campioni non combatterebbero per ottenere la cintura di un’organizzazione di boxe specifica, ndr ]

Usyk pronto al dialogo

Ecco quanto ha dichiarato l’ex campione mondiale dei pesi massimi leggeri.

“Tutte e quattro le cinture potrebbero finire nelle stesse mani di una persona.

Potrebbe essere un’opportunità unica nella vita. Dovremmo discutere fra tutti noi perché ciò avvenga, perché è un evento davvero importante”.

Il punto è capire se Hearn e Joshua riusciranno a convincere Usyk a lasciare che il match tra Joshua-Fury venga disputato l’anno prossimo. In questo caso, infatti, l’aspetto negativo per l’ucraino sarebbe quello di perdere un anno della sua carriera in attesa. Usyk avrà 34 anni quando potrà finalmente combattere per la cintura WBO nel 2022, e non si sa se il vincitore di Joshua vs Fury sarà ancora detentore del titolo.

I due campioni potrebbero rendere vacante il titolo WBO subito dopo aver combattuto nei loro due incontri del 2021, il che non renderà affatto felice Usyk, intenzionato combattere contro uno dei due.
Se lo costringessero ad aspettare fino al 2022, senza poi combattere par la cintura WBO, questo sarebbe di certo un pessimo scenario per “The Cat”.
Ecco perché sarebbe meglio per Usyk insistere per avere una chance per il titolo ora.

Oleksandr Usyk ha recentemente battuto il popolare pugile britannico Dereck Chisora ​​per decisione unanime, il 31 ottobre alla Wembley Arena di Londra, vincendo il titolo intercontinentale dei pesi massimi WBO. L’incontro è stato più equilibrato di quanto molti fan di boxe si aspettassero.

Tutti i titoli resi vacanti?

Hearn, annunciando che Joshua e Fury potrebbero rendere vacanti tutti i loro titoli per permettere la sfida tra loro nel 2021, intende lanciare un avvertimento sia agli organismi sanzionatori, come in questo caso la WBO, che e gli sfidanti al titolo come Usyk.

Se la cintura dovesse essere resa vacante, Oleksandr Usyk dovrà probabilmente affrontare Joe Joyce per il titolo.
Sarebbe un incontro che vedrebbe sfavorito l’ucraino in termini di dimensioni e potenza. Usyk ha battuto Joyce molti anni fa, nel 2012, vincendo dopo cinque round nelle World Series of Boxing. Allora, però, Joe pesava solo 230 libbre e non aveva le dimensioni o l’esperienza che ha ora.

Usyk avrebbe dovuto competere per il titolo WBO nel 2019, ma si era fatto da parte in modo che Joshua ed Andy Ruiz Jr potessero combattere. E’ successo per la seconda volta quando l’inglese ha combattuto contro Kubrat Pulev.

Quale sarebbe il guadagno per Usyk nell’aspettare che Joshua vs Fury combattano due volte l’anno prossimo? L’unica opzione sarebbe quella che Hearn e Joshua garantissero ad Usyk una sfida per il titolo dopo i match contro Fury.

Sul match tra Joshua e Pulev

Il campione intercontinentale della WBO si è chiesto anche come mai Anthony Joshua ci abbia messo così tanto per sconfiggere Kubrat Pulev.

“Personalmente pensavo che il match si sarebbe concluso verso il sesto o settimo round, ma hanno resistito invece per nove round. Anthony non è riuscito a concludere il combattimento al terzo round, forse perché non poteva o non voleva.”

L’arbitro avrebbe potuto fermare il match nel terzo round quando Pulev ha voltato le spalle a Joshua come segno di resa, ma complessivamente è sembrato che il campione mondiale ci abbia messo troppo tempo a terminare l’incontro.

Joshua ha lavorato molto per migliorare la sua difesa da quando ha perso contro Andy Ruiz Jr l’anno scorso, ma è sembrato affaticato in alcuni momenti nel match con Pulev ed è anche per questo che la sfida è andata avanti fino alla nona ripresa.

Inoltre, sembrava che l’inglese stesse temporeggiando troppo nel portare il colpo del KO definitivo, forse perché aveva paura del destro del bulgaro, che è riuscito a colpirlo in diverse occasioni.

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Rimani sempre aggiornato scaricando la nostra APP dal Play Store ed ascoltando il nostro podcast settimanale che puoi trovare cliccando QUI

Altre storie
Logan Paul è convinto di poter battere Mike Tyson
Logan Paul è convinto di poter battere Mike Tyson
Torna Su