Olimpiadi 1980: l'oro di Patrizio Oliva
Olimpiadi 1980: l'oro di Patrizio Oliva

Olimpiadi 1980: l’oro di Patrizio Oliva

Celebriamo i quarant'anni dallo storico oro vinto da Patrizio Oliva!

Le Olimpiadi 1980, svoltesi a Mosca, tornano tra le pagine di questo sito per il terzo e ultimo appuntamento. Le conseguenze del boicottaggio non hanno affatto messo in difficoltà l’Italia olimpica in Unione Sovietica, nemmeno nelle discipline di combattimento.

Dopo aver parlato del primo oro olimpico dell’Italia nella lotta libera, vinto da Claudio Pollio, e del primo oro olimpico sempre tricolore nel judo, grazie ad Ezio Gamba, oggi celebreremo i quarant’anni dallo storico oro nel pugilato vinto dal napoletano Patrizio Oliva (57-2).

La strada dilettantistica prima di Mosca

Nato nel 1958 a Napoli, nel quartiere di Poggioreale, Oliva inizia a praticare la boxe a 11 anni dopo essersene appassionato grazie al fratello Mario, allora pugile dilettantistico. A 17 anni, Patrizio Oliva diventa campione dilettantistico dei pesi piuma e, nei due anni successivi, vince il titolo dilettantistico nella categoria Lightweight.

Sempre nel ’78, conquista l’oro agli europei Juniores ed entra a far parte, in seguito, del Gruppo Sportivo Carabinieri. Agli europei del ’79, a Colonia, conquista l’argento in seguito ad una sorprendente sconfitta contro il sovietico Serik Konakbayev, che avrebbe poi riaffrontato in un’occasione più importante.

L’avventura e l’oro alle Olimpiadi

“Sparviero” giunge a Mosca per i Giochi della XXII Olimpiade, evento che getterà le basi del suo enorme successo. Dopo aver passato le prime fasi, il partenopeo si sbarazza prima dello jugoslavo Ace Rusevski, per 3-2, e poi dell’inglese Tony Willis in semifinale, per 5-0.

È proprio il 2 agosto, nella tanto attesa finale, che Oliva riaffronta e sconfigge Serik Konakbayev per 4-1. Patrizio Oliva conquista così l’oro olimpico nel pugilato nella categoria dei pesi superleggeri e la prestigiosa Coppa Val Barker, per essere risultato il miglior pugile di quell’edizione delle Olimpiadi.

La carriera professionistica in breve ed il ritiro

Il grandissimo trionfo alle Olimpiadi di Mosca porta Patrizio a passare alla competizione professionistica. I suoi più grandi successi in carriera sono le vittorie dell’EBU Super Lightweight Championship, del WBA Super Lightweight Champiobship e dell’EBU Welterweight Championship, titolo che ha detenuto negli ultimi due anni di carriera.

Dopo essersi ritirato nel 1992, Patrizio Oliva continua ad operare nel campo sportivo, oltre che in quello artistico, cinematografico e televisivo. L’anno scorso, il napoletano ha anche sponsorizzato la trentesima edizione delle Universiadi a Napoli. Da settembre, sempre nel capoluogo di regione, Oliva sarà il responsabile delle attività di pugilato presso lo Stadio Collana.

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Rimani sempre aggiornato scaricando la nostra APP dal Play Store ed ascoltando il nostro podcast settimanale che puoi trovare cliccando QUI

Altre storie
Pietro Penini combatterà a Bellator Milano!
Pietro Penini combatterà a Bellator Milano!
Torna Su