Home Boxe Oscar De La Hoya parla del prospetto Ryan Garcia e medita il ritorno

Oscar De La Hoya parla del prospetto Ryan Garcia e medita il ritorno

di Giovanni Besana

Oscar De La Hoya è da poco uscito dal termine del contratto con Canelo Alvarez, ma si sta già consolando con un giovane talento della boxe internazionale: Ryan Garcia (20-0).
Il promoter ha rilasciato recentemente delle dichiarazioni in merito al pugile imbattuto di 22 anni.

“Sono convinto che Ryan possa diventare il pugile più famoso al mondo, se non si lascia trascinare dalle distrazioni, e forse anche il più famoso della storia.

Tecnicamente ha tutto: forza, esplosività, coordinazione e poi è nato con qualcosa di speciale. E’ qualcosa difficile da spiegare, ma è quell’aura che accomuna tutti i combattenti che hanno segnato le loro rispettive epoche: Sugar Ray Leonard, io stesso, Mayweather e Canelo.

Secondo me, Ryan ha le potenzialità per diventare un pugile di quel calibro. Se poi a tutto questo aggiungiamo il fatto che senza titoli mondiali e senza match stellari in curriculum è già uno degli sportivi più seguiti al mondo. possiamo capire quale sia il suo vero limite.
Può essere veramente il talento che rivoluzionerà per sempre il mondo della boxe.”

Le abilità del prospetto americano

Per mantenere tutte queste promesse, però, bisogna prima passare al test del ring per capire veramente di che pasta sia fatto Garcia.
In questo caso, il match titolato contro Luke Campbell rappresenta per lui una vera e propria opportunità.

Dopo molti avversari di medio livello, Ryan Garcia si troverà di fronte un pugile molto esperto e completo con un palmarès di prima classe, essendo stato anche un campione olimpico e non avendo mai subito un KO in carriera.

Molti addetti ai lavori vedono nella scelta del duo Ryan Garcia/Oscar De La Hoya un vero e proprio azzardo che rischia di spezzare sul nascere i sogni di gloria del prospetto della Golden Boy Promotions, ma allo stesso tempo la vittoria potrebbe pagare profitti altissimi e dare una svolta decisiva al 2021.

La categoria, infatti, ha un incredibile star power e in molti avranno gli occhi puntati sul vincitore, cosa di cui è consapevole lo stesso promoter.
I nomi che girano sono sempre i seguenti: Gervonta Davis, Devin Haney, Teofimo Lopez e Shakur Stevenson. Tutti giovani e desiderosi di provare al mondo intero di essere i migliori pugili Lightweight in circolazione.

Il ritorno sul ring di Oscar De La Hoya

In conclusione il quarantasettenne si è lasciato scappare l’ennesima allusione a un suo possibile ritorno.

“Chi lo sa? Vedremo, ma penso che le probabilità siano molto alte. Veder combattere Mike Tyson mi ha aperto gli occhi. Quello che ha fatto lui è stato fenomenale e lo ringrazio per l’ispirazione che mi ha dato.”

Sembra che la separazione tra la promotion e Canelo abbia dato una brusca sveglia al promoter di origini messicane, il quale è tornato in azione per guadagnare sia per sé che per i suoi atleti un posto di primo piano nella boxe mondiale.

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Rimani sempre aggiornato scaricando la nostra APP dal Play Store ed ascoltando il nostro podcast settimanale che puoi trovare cliccando QUI

Oscar De La Hoya parla del prospetto Ryan Garcia e medita il ritorno Oscar De La Hoya parla del prospetto Ryan Garcia e medita il ritorno

Ti potrebbero interessare

Rispondi