Paulo Costa vuole distruggere Israel Adesanya entro il terzo rounddesanya con un video
Paulo Costa vuole distruggere Israel Adesanya entro il terzo round

Paulo Costa vuole distruggere Israel Adesanya entro il terzo round

Continua il match tra i due fighters fuori dall'ottagono

L’attesissimo incontro per il titolo dei pesi medi tra Israel Adesanya e Paulo Costa si svolgerà il prossimo 27 settembre nel Main Event di UFC 253 e aprirà il nuovo ciclo di eventi alla UFC Fight Island (Yas, Island, Abu Dhabi). Fatto sta che l’incontro sembra essere già iniziato fuori dall’ottagono dato che i due continuano a beccarsi durante le interviste. Dopo le ultime dichiarazioni del campione in cui ha accusato Costa di essere un dopato (clicca QUI), il fighter brasiliano ha risposto definendo Adesanya codardo, facendo riferimento all’ultimo incontro disputato con Yoel Romero.

Le provocazioni di Paulo Costa

Penso che combatterà come contro Yoel Romero solo che correrà di più. Non so se lo sai, ma Usain Bolt è l’uomo più veloce al mondo e purtroppo ha contratto il Coronavirus. Gli auguro il meglio, che si rimetta in salute al più presto. Ma con queso, ora è Adesanya l’uomo più veloce al mondo. Adesanya è ora ufficialmente il corridore più veloce del mondo.

Non ho intenzione di vincere ai punti. Lo distruggerò. Non mi interessa se i giudici gli daranno qualche round perché non ho intenzione di vincere questo incontro ai cartellini. Mi sto allenando per distruggerlo. Finirò il match senza che i giudici vengano in alcun modo coinvolti. Vado a distruggerlo. Questo è ciò che faccio. Mi sto allenando per farlo, per distruggerlo. Sicuramente non credo resisterà fino al terzo round. Lo abbatterò. Finirò l’incontro con un colpo, ma non arriverà al terzo round. Mi sto allenando per tagliargli la testa. Non so se la sua mente sia distrutta o no. Non mi interessa. Lo finirò.

Indubbiamente i due fighters hanno due stili di lotta completamente diverso, se da una parte Adesanya è un fighter più tecnico dall’altra “Borrachinha” è un fighter decisamente più aggressivo. Sulla base dei dati forniti dalla UFC, il fighter brasiliano oltre a mettere a segno, in media, più colpi significativi per ogni round, è anche più accurato mettendo a segno il 57% dei colpi sferrati (mentre il campione mette a segno il 48% dei colpi)

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Rimani sempre aggiornato scaricando la nostra APP dal Play Store ed ascoltando il nostro podcast settimanale che puoi trovare cliccando QUI

Altre storie
Jake Paul pensa che il coronavirus sia una bufala
Jake Paul pensa che il coronavirus sia una bufala
Torna Su