Home MMA Petr Yan caustico nei confronti di Jon Jones

Petr Yan caustico nei confronti di Jon Jones

di Mirko Orlato

Petr Yan (15-2; 7-1 UFC) non ha pace. La ginocchiata illegale ai danni di Aljamain Sterling è costata caro al fighter russo, che è stato spogliato del titolo in favore del fighter di origini giamaicane. Come possibile immaginare l’episodio è oggetto di commenti da parte degli addetti ai lavori.

L’attacco di Petr Yan

Yan ha subìto vari attacchi relativamente a quanto accaduto. L’episodio ha creato fazioni pro e contro, sebbene comunque il regolamento UFC parli chiaro. A scatenare però la reazione di “No Mercy” è stato il tweet di Jon Jones. L’attuale peso massimo ed ex campione dei massimi leggeri si è complimentato con Sterling per la prestazione, discolpandolo dall’impossibilità di continuare il match. Tweet che non è piaciuto a Yan, che ha risposto a “Bones”.

La risposta del russo è un chiaro riferimento alla difesa titolata di Jon Jones ad UFC 235 nel marzo 2019, quando il fighter della Jackson-Wink MMA colpì con una ginocchiata al volto “Lionheart” al quarto round, in condizioni di cartellini simili a quelle del match di sabato notte (in realtà quello di Jones fu un vero e proprio dominio). Smith decise di continuare a differenza di Sterling, con Jones che condusse il match vincendo per decisione unanime. Un commento caustico del russo, indispettito dalla ridda di voci e pareri, e più che mai intenzionato a riprendersi il titolo.

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Rimani sempre aggiornato scaricando la nostra APP dal Play Store ed ascoltando il nostro podcast settimanale che puoi trovare cliccando QUI

Petr Yan caustico nei confronti di Jon JonesPetr Yan caustico nei confronti di Jon Jones

Ti potrebbero interessare

Rispondi