Sandro Mazzinghi è morto, lutto nel pugilato
Sandro Mazzinghi è morto, lutto nel pugilato

Sandro Mazzinghi è morto, lutto nel pugilato

Il "Ciclone di Pontedera" è venuto a mancare

Sandro Mazzinghi, leggendario pugile toscano, è venuto a mancare. Lutto nel pugilato italiano e internazionale avvenuto in questa calda giornata di agosto. Ne danno il triste annuncio i figli tramite il suo account di Facebook. Aveva 81 anni.

Sandro Mazzinghi: tra vita e carriera

Alessandro “Sandro” Mazzinghi (64-3) nasce a Pontedera, in Toscana, il 3 ottobre 1931. Si avvicina alla boxe grazie a suo fratello maggiore Guido (35-1), ex atleta olimpico ed ex campione italiano dei pesi medi.

Dopo due anni di carriera amatoriale e dopo aver vinto l’oro nei campionati mondiali militari, nel 1961, passa alla competizione professionistica, nel quale ottiene un enorme successo.

Nel 1963, a soli 25 anni, diventa Super Welterweight Champion della WBA e della WBC battendo l’americano Ralph Dupas. Resta campione fino al 1965, anno in cui lui e la giovane moglie rimangono coinvolti in un terribile incidente. Sandro sopravvive seppur in condizioni critiche, ma la moglie muore sul colpo. Nonostante questo tragico avvenimento, Mazzinghi riesce a difendere il titolo in altre due occasioni, fino a quando non lo perde a Roma contro Nino Benvenuti.

Nei tre anni successivi, il “Ciclone di Pontedera” domina nel continente europeo come EBU European Super Welterweight Champion. Solo nel 1968 riesce a vincere nuovamente il titolo mondiale perso tre anni prima. Si sarebbe poi ritirato dieci anni dopo.

Sandro Mazzinghi verrà ricordato dal mondo della boxe non solo come un grande campione e un gladiatore del ring, ma anche come un uomo forte, coraggioso e leale.

Lo staff di Fight – The Shield Of Wrestling esprime le sue più sincere condoglianze alla famiglia di uno dei più grandi pugili italiani della storia.

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Rimani sempre aggiornato scaricando la nostra APP dal Play Store ed ascoltando il nostro podcast settimanale che puoi trovare cliccando QUI

Altre storie
Tyson Fury invita Anthony Joshua a lasciare vacanti i suoi titoli
Tyson Fury invita Anthony Joshua a lasciare vacanti i suoi titoli
Torna Su