Home Boxe Tyson Fury: voglio combattere contro Anthony Joshua e lo metterò KO

Tyson Fury: voglio combattere contro Anthony Joshua e lo metterò KO

di Yuri Martinelli

Anthony Joshua non ha mostrato molto interesse in merito al possibile match con Tyson Fury durante l’intervista post-combattimento lo scorso sabato sera. Dopo aver battuto Kubrat Pulev (28-2, 14 KO) nel nono round alla SSE Arena di Wembley, Londra, il campione del mondo ha eluso infatti praticamente tutte le domande in merito alla sfida.
Fury da parte sua invece vuole assolutamente combattere Joshua, e ha espresso disappunto per il fatto che non se ne sia parlato dopo l’incontro. Voleva infatti che Joshua dicesse al mondo della boxe che è pronto ad affrontarlo, in modo che si potesse iniziare a organizzare il mega evento, tuttavia AJ non l’ha fatto.

Quando a Joshua è stato chiesto se fosse interessato a sfidare il “Gipsy King”, l’inglese ha passato la palla al suo manager, Eddie Hearn. Il tutto è sembrato un po’ strano, come se non fosse pronto per il match con Fury.

Tutti gli appassionati di boxe ovviamente si aspettavano che il campione dei pesi massimi IBF / WBA / WBO, Joshua, sfidasse immediatamente il campione WBC Fury (30-0-1, 21 KO), ma così non è stato.

Fury vuole affrontare Joshua

“Bene, avete visto tutti, Anthony Joshua se l’è fatta addosso in diretta”, ha detto Tyson Fury sui social media in merito al fatto che AJ non lo abbia menzionato nell’intervista post-match sabato scorso.
“Gli è stato chiesto se voleva combattere, ma si è nascosto dietro ai cespugli e ha messo il didietro nella siepe. Voglio affrontarlo. Lo metterò fuori combattimento in tre round. È un gran fannullone “, ha detto Fury.

È facile capire perchè Fury vuole affrontare Joshua subito, dato che il campione non è sembrato nella sua forma migliore contro il 39enne Pulev. Joshua ha reso quello che avrebbe dovuto essere un match facile per lui, molto più difficile, non riuscendo a combattere in modo aggressivo e coerente. AJ infatti è parso combattere per lo più con brevi fiammate di tanto in tanto, dando al suo avversario Pulev tutte le possibilità per contrattaccare.

La versione di Joshua che abbiamo visto sabato sera avrà probabilmente molti problemi contro Fury se la sfida si svolgerà all’inizio del 2021, e forse AJ lo sa. Lo sfidante “obbligatorio” WBO Oleksandr Usyk è ancora là fuori in attesa della sua chance al titolo, e ha già detto che non si farà da parte. Se Joshua vuole una scusa per non combattere Fury subito, avrebbe l’occasione perfetta con Usyk.

Le dichiarazioni di Joshua

“Alla prossima. Non riesco ad essere troppo rilassato, perché so che sarò di nuovo sul ring presto“, ha detto Joshua dopo la sua vittoria su Kubrat Pulev sabato scorso. “Vorrei combattere in fretta così posso mantenere questa forma.”

“Pulev era il detentore del titolo IBF, un serio sfidante. Ha fatto del suo meglio ed è stato sconfitto. Ora tocca al prossimo.

Rispetto per Tyson Fury, è un ragazzo di talento, ha un sacco di fan e, quando sarà il momento, faremo un grande incontro.

“Parlate con il mio manager. Chiedi pure a lui”, ha detto Joshua quando gli è stato chiesto se è il momento per lui di competere per il titolo indiscusso dei massimi.

“Sono un guerriero. È la prima volta che torno a Londra da quanti anni? Sono stato in viaggio, è bello essere tornato a casa e combatterò con chiunque. Lo sapete. Ho sfidato alcuni buoni avversari”, ha detto Joshua.

AJ ha usato i montanti in onore di Mike Tyson

“In onore di Mike Tyson, anche se sono più simile a un Larry Holmes o Riddick Bowe“, ha detto Joshua quando gli è stato chiesto se gli piace usare i montanti. “Sono un [combattente] alto e robusto.

“Mi sento come quando guardavo altri pugili del passato, ho sentito il pubblico dire che i grandi non sanno più come usare il montante.

“Anche Larry Holmes è stato un’ispirazione, così come Earnie Shavers e Evander Holyfield. Prendo ispirazione da molti dei migliori.

“La boxe è una cosa seria e bisogna prendere esempio dai grandi che vengono prima di te per essere tu stesso un grande”, ha detto Joshua. “Sto tentando la fortuna in questo sport e lo prendo sul serio”.

Il montante si è rivelato essere l’arma che ha permesso a Joshua di mettere fuori combattimento Pulev nel nono round. Joshua ha infatti utilizzato quel colpo più volte, riuscendo in fine a mettere KO il bulgaro.

Le parole di Hearn su Joshua vs. Fury

“Sappiamo tutti cosa bisogna fare”, ha detto il manager Eddie Hearn quando gli è stato chiesto quando Joshua combatterà contro Tyson Fury.

“Sappiamo tutti cosa vuole. Lui [Joshua] non vuole parlarne. Lo farà solo quando verrà firmato e consegnato il contratto, e questo è il mio lavoro.

“Sappiamo cosa dobbiamo offrire ai fan. È l’unico incontro da fare dopo, il più grande incontro del pugilato”, ha detto Hearn. Il promoter di Matchroom Eddie Hearn cercherà quindi di mettere in piedi la sfida tra Fury e Joshua, ma ciò non significa che accetterà. Se Joshua non vuole combattere, non firmerà.

Hearn potrebbe quindi negoziare Joshua vs. Usyk per soddisfare l’impegno obbligatorio per la cintura WBO. Se Joshua non affronterà Usyk come prossimo, sarà infatti privato di questo titolo.

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Rimani sempre aggiornato scaricando la nostra APP dal Play Store ed ascoltando il nostro podcast settimanale che puoi trovare cliccando QUI 

Tyson Fury: voglio combattere contro Anthony Joshua e lo metterò KO Tyson Fury: voglio combattere contro Anthony Joshua e lo metterò KO

Ti potrebbero interessare

Rispondi