UFC: Chris Weidman torna nei pesi medi

In fase di chiusura l'accordo per il match contro Hermansson

Chris Weidman torna a combattere al limite delle 185 libbre. Dopo la fugace ed infelice parentesi nei massimi leggeri, dove il fighter americano ha incassato un fulmineo KO al primo round contro Dominick Reyes nell’ottobre scorso, Weidman torna a combattere nella categoria dei pesi medi sfidando Jack Hermansson il 2 maggio prossimo alla Fight Night che si terrà ad Oklahoma.

Chris Weidman: ritorno alle origini

“The All-American” torna a combattere nella categoria che gli ha dato la fama e il titolo di campione di categoria. Eppure Chris Weidman sembra lontano parente del fighter che spodestò Anderson “Spider” Silva ad UFC 162 nel luglio 2013. Dopo quella vittoria arrivò la difesa del titolo prima contro il brasiliano nella rivincita terminata con il grave infortunio occorso ad Anderson Silva, e successivamente contro Vitor Belfort. Dopodichè arrivò la sconcertante sconfitta ad UFC 194 a dicembre 2015 contro Luke Rockhold. E altri due ko, contro Romero e Mousasi, che hanno minato la fiducia del fighter americano, che oltre a scoprire di non essere imbattibile comincia a dimostrare di avere una mascella non proprio granitica. Dopo le tre sconfitte consecutive Weidman vince per sottomissione contro Kelvin Gastelum. Ma fu il canto del cigno perchè a novembre 2018, ad un anno e mezzo di distanza dall’ultimo incontro, le certezze di Weidman vennero spazzate da “Jacarè” Souza ad UFC 230, venendo sconfitto per KO a terzo round, dopo aver condotto e vinto i primi due round. Il passaggio nei massimi leggeri per meglio gestire il taglio del peso risulta fallimentare; ad UFC on ESPN 6 arriva una cocente batosta contro Reyes.

Un vichingo sulla strada di Chris Weidman

Per il ritorno nei medi il fighter americano si gioca la carta del “Joker” Jack Hermansson (20-5, 7-3 in UFC). Il 31enne fighter svedese, con un passato nella promotion italiana Venator, è un fighter potente capace di vincere 11 incontri per KO. In UFC finora ha dimostrato di avere le carte per entrare nella top 5, ha battuto un fighter come Ronaldo Souza ma negli incontri decisivi ha steccato, come accaduto nella Fight Night 160 disputata in terra scandinava,dove lo svedese ha incassato una bruttissima sconfitta per KO al secondo round contro Jared Cannonier, che da quando è sceso di categoria ha ingranato la marcia vincendo tre match consecutivi. Sarà per entrambi una sfida decisiva.

Altre storie
Floyd Mayweather Jr vs Logan Paul: rivelate le possibili location
Floyd Mayweather Jr vs Logan Paul: rivelate le possibili location
Torna Su