Home Approfondimenti UFC compie 28 anni! Ricordiamo i primi passi

UFC compie 28 anni! Ricordiamo i primi passi

L'inizio di una lunga storia che sembra non finire mai

di Fabrizio Barbera

Oggi, 12 novembre 2021, la UFC (Ultimate Fighting Championship) compie il suo ventottesimo compleanno! Ne è passato di tempo da quando Art Davies, John Milius e un membro della – infinita – famiglia Gracie crearono, il 12 novembre 1993, il primo storico evento UFC!

UFC E I SUOI PRIMI PASSI

La proposta dei tre fu bocciata da alcuni emittenti televisivi fino a quando la WOW Promotions e SEG diedero la possibilità di produrre l’evento. Doveva essere soltanto un singolo evento, un torneo con atleti provenienti da sport come Karate, Lotta, Boxe, Kickboxing, BJJ.

La storica semifinale tra Royce Gracie (a sinistra) e Ken Shamrock (a destra)

La storica semifinale tra Royce Gracie (a sinistra) e Ken Shamrock (a destra)

I combattenti davano battaglia senza limite di tempo: si perdeva per ko/sottomissione, per stop dell’arbitro o per lancio dell’asciugamano da parte di uno dei due angoli; il tutto senza limite di tempo e di classe di peso.

Il primo torneo, disputato in Colorado, vide la vittoria di Royce Gracie, artista delle sottomissioni e futura leggenda delle MMA. Avevamo detto che questo doveva essere soltanto una singola serata giusto? Sì, ma quando videro gli incassi derivanti dalle PPV, decisero di proseguire, logicamente, con gli eventi.

I primi eventi UFC vennero dominati ancora dal brasiliano Royce Gracie, un ragazzo mingherlino di 79 kg che sottometteva fighter molto più pesanti di lui.

Nel frattempo, c’era una parte della popolazione a cui non piacevano questi combattimenti e che definivano “una lotta tra galli dentro la gabbia” come l’allora senatore repubblicano John McCain che fece una vera e propria guerra alla UFC.

Trentasei stati degli USA giudicavano illegali i combattimenti UFC e così l’organizzazione trovava sempre meno spazio sia nelle televisioni che nei palazzetti. Nel corso del 97 ci furono delle regole più restrittive. Prima vennero introdotte delle classi, poi si bandivano colpi sulla schiena e sul collo, per passare all’uso obbligatorio dei guantoni e dei round di cinque minuti.

DANA WHITE E I FRATELLI FERTITTA ENTRANO IN AZIONE

Dana White al centro con i fratelli Frank e Lorenzo Fertitta, i principali artefici del successo UFC

Dana White al centro con i fratelli Frank e Lorenzo Fertitta, i principali artefici del successo UFC

La SEG, però, attraversava un momento nero dal punto di vista economico e la UFC era ad un passo dal fallimento fino a quando, nel gennaio 2001, due fratelli di origine italiana Frank e Lorenzo Fertitta, assieme al loro amico Dana White, decisero di acquistare la promotion per 2 milioni di dollari.

Lorenzo Fertitta, ex proprietario dell’organizzazione, ha raccontato in più di occasioni di come gli venne dato del pazzo quando disse ai suoi amici di aver comprato la UFC per 2 milioni di dollari.

Ovviamente non fu subito tutto rose e fiori dopo aver preso l’azienda, anzi, per anni la UFC continuava a passarsela decisamente male. Sembrava che gli amici di Fertitta avessero ragione, fino a quando un evento cambiò la storia non solo della UFC, ma dell’intero movimento che era diventato uno sport a tutti gli effetti chiamato mixed martial arts (MMA). Questa però è un’altra storia…

The Shield Of Wrestling è anche su carta stampata! Puoi trovare tutti i numeri di TSOW Magazine, CLICCANDO QUI.

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Rimani sempre aggiornato scaricando la nostra APP dal Play Store ed ascoltando il nostro podcast settimanale che puoi trovare cliccando QUI

UFC compie 28 anni! Ricordiamo i primi passi UFC compie 28 anni! Ricordiamo i primi passi

Ti potrebbero interessare

Rispondi