Home MMA UFC e il suo primo arbitro: il racconto delle sue origini con il vale tudo

UFC e il suo primo arbitro: il racconto delle sue origini con il vale tudo

di Yuri Martinelli

UFC ha avuto come arbitro della suo primo evento ufficiale Joao Alberto Barreto, ex campione imbattuto di vale tudo.

Barreto, cintura rossa di jiu-jitsu sotto la guida del leggendario Helio Gracie, fu invitato da Helio e Rorion Gracie ad arbitrare quattro degli otto incontri che si sono svolti durante il primo evento ufficiale della UFC, che ha avuto luogo nel 1993 a Denver, Colorado. Aveva già avuto esperienza in passato come lottatore, promoter e arbitro nel circuito di vale tudo in Brasile, pur non essendo mai stato un fan delle filosofia “senza regole” di questo sport.

A proposito della primissima sfida in assoluto in UFC tra Gerard Gordeau e Teila Tuli queste le sue parole:

“Il fighter hawaiiano era stato colpito con un calcio al volto dall’avversario olandese e aveva perso un dente” ha raccontato Barreto. “Era talmente pieno di sangue che ho dovuto fermare il match.”

In quell’evento ha arbitrato anche Royce Gracie vs Art Jimmerson, Gordeau vs Kevin Rosier e Jason DeLucia vs Trent Jenkins. In seguito ha riportato che Rorion Gracie e altri arbitri non avevano apprezzato il fatto che avesse stoppato l’incontro, e quello è stato il motivo per cui non è mai più tornato.

L’incredibile passato di Barreto nel mondo degli sport da combattimento

Prima di arbitrare in UFC, Barreto da giovane è stato una star di un programma televisivo brasiliano che ospitava match di vale tudo. Tuttavia, la sua carriera è terminata a causa di un avversario molto ostinato.

Purtroppo gli ho rotto il braccio e ciò non è stato ben visto dalla società che ai tempi era molto conservativa” ha detto Barreto a proposito di quell’incontro. “Credete che volessi romperglielo? Assolutamente no. Ho detto all’arbitro che gliel’avrei fratturato poiché non si arrendeva ad una kimura, e dal momento in cui non l’ha fatto, è accaduto il peggio.”

Fino a quel momento, lo show di vale tudo poteva essere paragonato completamente a quello che ha rappresentato UFC negli anni novanta.

Ogni settimana Barreto combatteva in round da tre o cinque minuti, senza guanti, e con pochissime regole. Atleti di judo, capoeira, pugili, wrestler e chiunque volesse affrontarlo. I suoi allenamenti consistevano nel fare sparring con i Marines, ha raccontato. Helio Gracie ne metteva in fila venti di loro, e il brasiliano doveva stenderli con la boxe. Il giorno successivo, solo tramite il jiu-jitsu.

Ho vinto tutti i match disputatiha dichiarato Barreto. “Era uno show fantastico, nessuno ha mai combattuto tutte le settimane, e io ho avuto l’onore e il privilegio di farlo.”

Nel giorno del 27esimo compleanno della UFC, il veterano degli sport da combattimento ha espresso un singolare desiderio: bandire le gomitate a terra e rimuovere dunque questo aspetto molto violento delle MMA.

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Rimani sempre aggiornato scaricando la nostra APP dal Play Store ed ascoltando il nostro podcast settimanale che puoi trovare cliccando QUI

UFC e il suo primo arbitro: il racconto delle sue origini con il vale tudo UFC e il suo primo arbitro: il racconto delle sue origini con il vale tudo

Ti potrebbero interessare

Rispondi