Home MMA UFC Fight Night: quattro combattenti costretti ad uno stop di 6 mesi

UFC Fight Night: quattro combattenti costretti ad uno stop di 6 mesi

di Antonio Ionata

UFC Fight Night: quattro atleti hanno riportato seri infortuni e per questo motivo rischiano un lungo stop.

Yana Kunitskaya ha riportato traumi a collo e braccia, Scott Holtzman è uscito dalla gabbia con diverse fratture facciali, Peter Barrett ha subito un infortunio alle costole e Irwin Rivera ha riportato infortuni alla mano destra, polso destro e occhio sinistro.
Tutti gli atleti non potranno combattere fino al 5 febbraio 2021, a meno che vengono preventivamente autorizzati da un medico.
Nel main event della serata Derrick Lewis è uscito dalla gabbia trionfante contro Aleksei Oleinik senza riportare ferite gravi. Non è stato altrettanto fortunato lo sfidante ucraino, uscito sconfitto con una sospensione dalle attività sportive di 45 giorni, per i traumi e le ferite subite durante il combattimento.
I protagonisti del co-main event dell’ultima UFC Fight Night, l’ex campione dei pesi medi UFC Chris Weidman e il suo avversario Omari Akhmedov sono entrambi usciti dalla gabbia provati e segnati. I due atleti dovranno affrontare uno stop di 30 giorni prima di poter tornare nell’ottagono.

Di seguito riportiamo l’elenco completo delle sospensioni mediche avvenute dopo lo svolgersi dell’evento UFC su ESPN+ 32

Derrick Lewis: nessuna sospensione.

Maki Pitolo: nessuna sospensione.

Julija Stoliarenko: nessuna sospensione.

Laureno Staropoli: nessuna sospensione.

Andrew Sanchez: nessuna sospensione.

Gavin Tucker: nessuna sospensione.

Justin Jaynes: nessuna sospensione.

Youssef Zalal: nessuna sospensione.

Aleksei Oleinik: sospeso per 45 giorni a causa di ferite riportate all’occhio sinistro e al labbro.

Chris Weidman: sospeso per 30 giorni.

Omari Akhmedov: sospeso per 30 giorni a causa di una ferita sotto l’occhio sinistro.

Darren Stewart: sospeso per 30 giorni a causa della lacerazione del cuoio capelluto.

Yana Kunitskaya: sospesa per 180 giorni o fino a quando un medico ortopedico non riterrà l’atleta idonea a riprendere l’attività sportiva, dopo aver visionato le risonanze magnetiche del collo e del braccio destro.

Beneil Dariush: sospeso 30 giorni.

Scott Holtzman: sospeso per 180 giorni a causa della frattura del pavimento orbitale inferiore sinistro.

Tim Means: sospeso 21 giorni.

Kevin Holland: sospeso 21 giorni a causa della lacerazione dell’occhio sinistro.

Joaquin Buckley: sospeso per 45 giorni a causa di lacerazioni multiple all’occhio sinistro.

Nasrat Haqparast: sospeso per 45 giorni a causa della lacerazione dell’occhio sinistro.

Alexander Munoz: sospeso per 45 giorni per trauma all’occhio destro.

Wellington Turman: sospeso per 60 giorni.

Peter Barrett: sospeso per 180 giorni o fino a quando un medico ortopedico riterrà l’atleta idoneo a riprendere l’attività sportiva, dopo la consultazione della radiografia delle costole sinistre.

Irwin Rivera: sospeso per 180 giorni o fino a quando un medico riterrà l’atleta idoneo a riprendere l’attività sportiva, in seguito alla consultazione delle radiografie della mano e del polso destro e dopo la completa cura della ferita all’occhio sinistro da parte di un medico oftalmologo.

Ali Alqaisi: sospeso per 45 giorni a causa di un intervento chirurgico (punti di sutura) al setto nasale.

Stiamo cercando nuovi elementi per il nostro staff! Ci sono diverse posizioni disponibili: se sei interessato, CLICCA QUI.

Rimani sempre aggiornato scaricando la nostra APP dal Play Store ed ascoltando il nostro podcast settimanale che puoi trovare cliccando QUI

UFC Fight Night: quattro combattenti costretti ad uno stop di 6 mesi UFC Fight Night: quattro combattenti costretti ad uno stop di 6 mesi

Ti potrebbero interessare

Rispondi