UFC: Justin Gaethje ritiene che Conor McGregor dovrebbe sfidarlo
UFC: Justin Gaethje ritiene che Conor McGregor dovrebbe sfidarlo

UFC: Justin Gaethje ritiene che Conor McGregor dovrebbe sfidarlo

Le dichiarazioni del fighter in un podcast

Questo fine settimana all’UFC 246, Conor McGregor è tornato all’UFC dopo un licenziamento di 15 mesi e ha impressionato tutti, sconfiggendo Donald Cerrone in soli 40 secondi. Il presidente della UFC Dana White è fermamente convinto che McGregor debba avere la rivincita contro Khabib Nurmagomedov, il campione della BMF Jorge Masvidal era seduto tra il pubblico durante UFC 246 ad osservare McGregor, cercando di colpire l’attenzione dell’ex campione e stuzzicandolo su un possibile match, inoltre anche Floyd Mayweather Jr. è entrato in azione, stuzzicando l’Irlandese per un nuovo incontro di boxe tra i due.

Ma c’è un uomo che è stato trascurato in tutto questo, l’uomo che avrebbe più senso per McGregor da un punto di vista sportivo, e quell’uomo sembra credere che, dopo sabato notte, ci sia una possibilità di combattere contro “Notorious”.

Durante l’ultimo Podcast di Punchlines, il peso leggero al quarto posto della classifica, Justin Gaethje, ha dichiarato che, dato che McGregor ha ottenuto una vittoria e lo ha fatto in modo enfatico, sarà più disposto ad accettare un combattimento con lui nel breve futuro.

“Alla fine quel tipo (McGregor ndr) prende le sue decisioni e penso che ora abbia più fiducia”, ha detto Gaethje. “Aveva bisogno di una vittoria. Quindi sì, penso che ora mi potrebbe sfidare.”

Le parole di Justin Gaethje

Entrando nell’UFC 246, Justin Gaethje non era affatto soddisfatto di come stiano andando male nella divisione dei pesi leggeri, in particolare con McGregor a cui sarebbe garantita una Title Shot nonostante affrontasse un uomo che era stato eliminato nei suoi due precedenti combattimenti, e in particolare dallo stesso Gaethje che ha sconfitto Cerrone nell’ultimo combattimento di Cowboy prima dell’UFC 246. Detto questo, Gaethje capisce anche che c’è un grande business dietro a tutto questo e, anche se non è entusiasta del fatto che McGregor ottenga una title shot con una sola vittoria, “The Highlight” riconosce anche lui non è pronto per andare verso l’alloro, visto che che ha vinto solo tre combattimenti di fila.

“Non sono necessariamente trascurato”, ha detto Gaethje. “Sono ancora in ballo. Ho perso due volte non molto tempo fa, e sfortunatamente ciò mi ha arretrato e ciò consente a queste persone di avere un argomento o un caso quando si tratta dell’argomento titolo o di questa circostanza. . . Quindi fa schifo competere duramente come me e metterci tutto il mio impegno, quando magari posso crearmi la situazione in cui mi faccio passare avanti ad altri per soldi o politica. Ma alla fine della giornata, se continui a vincere, combatterò di nuovo e se vinco, se faccio cadere qualcuno di nuovo, non possono negarmi una title shot “

Justin Gaethje vs McGregor: è possibile?

Gaethje potrebbe avere più ragione di quanto in realtà abbia dichiarato. Parlando con Ariel Helwani di ESPN lo scorso lunedì, l’allenatore di McGregor John Kavanagh ha dichiarato che gli piacerebbe vedere il prossimo incontro di McGregor “Contro Justin Gaethje ai 170. Questa sarebbe la mia preferenza personale”.

I desideri di Kavanagh sono stati ignorati, vale a dire il suo desiderio personale di una trilogia con Nate Diaz, ma è certamente un forte segnale per Gaethje che al momento delle figure più influenti nel campo dei pesi leggeri, e i fan di McGregor vorrebbero vedere sicuramente un incontro tra i due. Detto questo, Gaethje è anche consapevole del fatto che quando Conor McGregor è coinvolto c’è molto di più dell’incontro, e che non basta essere un combattente d’élite. Masvidal è una star ed è andato a UFC 246 per stuzzicare un possibile combattimento contro l’Irlandese, a questo si aggiunge che esiste già una rivalità accesa tra Khabib e McGregor, una delle rivalità più amate della storia di questo sport che è sponsorizzata da Dana White in persona, e persino qualcuno come Kamaru Usman ha una cintura che McGregor brama fin dalla prima intervista di ritorno. E il non aver detto niente la sera stessa di UFC 246, secondo Justin Gaethje potrebbe essere stato l’errore che gli è costato il possibile match.

“Per essere una superstar devi vincere e devi avere qualcosa di speciale”, ha detto Gaethje. “Per me, spero che eliminare le persone sia qualcosa di speciale perché non posso vendermi da solo e diventare una persona diversa ai microfoni e un’altro tipo di persona a microfoni spenti … In definitiva, penso che potrebbe farmi del male a lungo termine, semplicemente non volendo prendere quella strada. Avrei potuto essere lì [a UFC 246]. Avrei potuto essere in prima fila. Avrei potuto fare una scena, ma non lo so. E forse mi perderò un’opportunità perché non ero lì. “

Altre storie
Wilder e Fury
Accesa conferenza stampa pre-fight tra Wilder e Fury!
Torna Su